CityFest: il programma, si comincia con Captain Fantastic

-

Dal 22 luglio al 3 settembre, per nove weekend, l’Arena Forlanini ospiterà “Festa d’estate”, una rassegna di alcuni fra i migliori titoli dell’ultima stagione cinematografica abbinati a una serie di celebri pellicole presentate alle scorse edizioni della Festa del Cinema di Roma.

La manifestazione rientra nel programma di CityFest, il contenitore di eventi culturali della Fondazione Cinema per Roma presieduta da Piera Detassis, in collaborazione con la Regione Lazio che ha realizzato l’Arena Forlanini con l’obiettivo di sfruttare l’area dell’ex ospedale per il miglioramento della qualità della vita nel quartiere. Le proiezioni, a ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili, saranno accompagnate da incontri aperti al pubblico con autori e attori. La manifestazione ospiterà, inoltre, un omaggio a Paolo Villaggio, dal titolo “Mostruosamente Paolo”: prima di ciascun film, saranno infatti mostrate una serie di pillole tratte dai film più amati dell’attore genovese.

“Festa d’estate” si aprirà sabato 22 luglio alle ore 21 con Captain Fantastic di Matt Ross, in collaborazione con Alice nella città. Il film vede protagonista uno straordinario Viggo Mortensen, candidato all’Oscar® e al Golden Globe per la sua interpretazione. Prima della proiezione, il pubblico potrà incontrare l’attrice Anna Foglietta, che parlerà del suo amore per questa commedia dai toni amari, spesso totalmente fuori dagli schemi. Captain Fantastic, presentato alla Festa del Cinema 2016 in coproduzione con Alice nella città, si è aggiudicato proprio a Roma il Premio del Pubblico.

Domenica 23 sarà la volta di uno dei film italiani più amati della scorsa stagione, Fai bei sogni di Marco Bellocchio: l’ultimo lavoro del regista di Nel nome del padre, L’ora di religione, Buongiorno, notte è basato sul romanzo autobiografico di Massimo Gramellini ed è stato presentato in anteprima a Cannes alla Quinzaine des Réalisateurs.

La programmazione delle settimane successive dedicherà grande attenzione al miglior cinema italiano. Fra i titoli selezionati, Questi giorni di Giuseppe Piccioni, ritratto non convenzionale di quattro donne in una città di provincia, con una intensa Margherita Buy (29 luglio); Slam – Tutto per una ragazza, introdotto dal regista Andrea Molaioli, tratto dal romanzo di Nick Hornby (30 luglio); Pulce non c’è, presentato da Giuseppe Bonito, storia vera di una bambina autistica raccontata con i toni della tragicommedia, premio speciale della giuria di Alice nella Città nel 2012 (5 agosto); 2night di Ivan Silvestrini, tutte le fasi di una relazione fra due ragazzi che si evolve, in maniera inattesa, in una sola notte e in un solo luogo, un’automobile nel traffico romano (6 agosto). Silvestrini parlerà al pubblico prima del film.

Nel weekend di ferragosto la rassegna proseguirà con due insoliti road movie, il dissacrante ed esilarante Simon Konianski del belga Micha Wald (12 agosto), e Il padre d’Italia di Fabio Mollo, che riesce a raccontare con profondità il nostro Paese evitando luoghi comuni e clichè (13 agosto).

Il programma riprenderà con due film che affrontano da diverse prospettive il tema del lavoro: Giorni e nuvole di Silvio Soldini dipinge le difficoltà di una famiglia comune di fronte a un improvviso licenziamento (19 agosto), 7 minuti di Michele Placido racconta la storia di un gruppo di operaie e della battaglia che queste intraprendono in difesa dei loro diritti (20 agosto).

Nel successivo fine settimana, toccherà a Libere, disobbedienti, innamorate – In Between, sorprendente opera prima di Maysaloun Hamoud che porta sul grande schermo la storia di tre giovani donne arabe nella odierna Tel Aviv (26 agosto); il giorno dopo si terrà la proiezione di Mustang di Deniz Gamze Ergüven, candidato come Miglior film straniero agli Oscar® e ai Golden Globe.

La rassegna si chiuderà a settembre con due appuntamenti. All’Arena Forlanini si terranno Orecchie, una delle sorprese dell’ultima stagione cinematografica, opera in grado di cogliere l’assurdo quotidiano grazie alla straordinaria ironia del regista Alessandro Aronadio (2 settembre); e Maria per Roma di Karen Di Porto, storia della giornata di una donna confusa ma dinamica che insegue la sua carriera di attrice nel caos quotidiano della Capitale. Entrambe le proiezioni saranno presentate dai rispettivi registi (3 settembre).

“Con il grande cinema dell’Arena Forlanini va avanti il progetto per dare una nuova vita pubblica al Forlanini – ha detto Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio – Si tratta della più grande iniziativa di rigenerazione urbana degli ultimi 30 anni a Roma, una delle più significative in Italia. Noi vogliamo restituire a Roma e alle nostre città dei luoghi pubblici in cui i cittadini tornano a incontrarsi, a parlare, a condividere momenti di vita. Per questo stiamo chiedendo ai cittadini di votare sul portale internet www.regione.lazio.it/forlanini il futuro di questo spazio e per lo stesso motivo stiamo dando vita a più di 300 eventi estivi in tutto il Lazio. Ci guida una visione, che una comunità più viva, plurale, innovativa e aperta è una comunità dove tutti hanno un futuro migliore”.

“Con ‘Festa d’estate’ avremo l’opportunità di valorizzare, con il nostro lavoro e la nostra passione, uno spazio importante e vitale come quello del Forlanini – ha detto Piera Detassis, presidente della Fondazione Cinema per Roma – Lo faremo con una rassegna cinematografica che attraverserà l’intera estate, pensata per gli spettatori, coinvolgente e per tutti. L’obiettivo che ci siamo dati è quello di cogliere le migliori proposte dell’ultima stagione cinematografica, individuare alcuni dei film italiani più interessanti e riproporre, scegliendole con cura, le pellicole che ci hanno emozionato fra le molte presentate nelle dodici edizioni della Festa del Cinema. Ci sono temi che attraversano l’intera programmazione, come quelli del lavoro, della famiglia, dei diritti e della libertà, e molti altri ancora che invito il nostro pubblico a individuare. Con il programma estivo di CityFest, proseguiamo con entusiasmo il nostro impegno quotidiano, teso a diffondere il cinema di qualità in tutta la città, in qualsiasi momento dell’anno”.

IL PROGRAMMA DAL 22 LUGLIO AL 3 SETTEMBRE

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili. Prima di ogni proiezione si terrà Mostruosamente Paolo, brevi pillole in ricordo di Paolo Villaggio.

Sabato 22 luglio ore 21

Captain Fantastic

di Matt Ross, 2016, USA, 120’

Con Viggo Mortensen, George MacKay, Samantha Isler, Annalise Basso.

Il film verrà presentato da Anna Foglietta.

Viggo Mortensen, interpreta il ruolo di un padre che ha vissuto in isolamento con la sua famiglia per oltre un decennio, lontano dalla moderna e consumistica società. Quando una tragedia colpisce la famiglia è costretto suo malgrado a lasciare la vita che si era creato, per affrontare il mondo reale. Film vincitore della Festa del Cinema 2016, una commedia fuori da ogni schema che tratta con intelligenza e originalità il tema dell’educazione e degli infiniti modi di essere genitori.

Domenica 23 luglio ore 21

Fai bei sogni

di Marco Bellocchio, 2016, Italia/Francia, 134’

Con Valerio Mastandrea, Bérénice Bejo, Guido Caprino

A nove anni Massimo perde improvvisamente la mamma. Dopo un’infanzia solitaria e un’adolescenza difficile diventa un giornalista affermato ma continua a convivere con il ricordo lacerante della madre. Marco Bellocchio traspone il bestseller di Gramellini con profondità e esperienza ricreando le atmosfere del romanzo: si diventa grandi “nonostante” le assenze e le disillusioni.

 

Sabato 29 luglio ore 21

Questi giorni

di Giuseppe Piccioni, 2016, Italia, 120’

con Margherita Buy, Maria Roveran, Marta Gastini, Caterina Le Caselle

Quattro amiche vivono in una città di provincia. Ognuna di loro è alla ricerca di sé stessa ma, al contempo, tutte sembrano voler fuggire da ciò che le agita nel profondo. Cercheranno di affrontare le situazioni che propone la vita senza infantilismi e con coraggio. Piccioni disegna con attenzione meticolosa i pensieri delle sue protagoniste, le loro idee e i loro pensieri, senza filtri e senza cadere nei luoghi comuni generazionali.

Domenica 30 luglio ore 21

Slam – Tutto per una ragazza

di Andrea Molaioli, 2016, Italia, 100’

con Ludovico Tersigni, Barbara Ramella, Jasmine Trinca, Luca Marinelli

Sarà presente il regista

Samuele è un sedicenne con la passione per lo skateboard e grandi sogni. Dopo l’università vorrebbe viaggiare, cercando di sfuggire al destino della sua famiglia: infatti, sia sua madre che i suoi nonni sono diventati genitori all’età di sedici anni. L’incontro con la bella Alice però sconvolge i suoi piani, soprattutto quando la ragazza gli confessa di aspettare un bambino. Dal bestseller di Nick Hornby, un romanzo di formazione contemporaneo traboccante di energia.

 

Sabato 5 agosto ore 21

Pulce non c’è

di Giuseppe Bonito, 2012, Italia, 97’

Con Pippo Delbono, Marina Massironi, Francesca Di Benedetto, Piera Degli Esposti

Sarà presente il regista

Margherita detta Pulce è una bambina autistica di nove anni: non ha mai imparato a parlare ma comunica a gesti. Ha una famiglia serena che per amore di Margherita si adegua a tutte le sue piccole stranezze. Ma qualcosa scuoterà in modo irreversibile le loro esistenze. Una scottante storia vera, raccontata con estrema sensibilità e poetico pudore.

Domenica 6 agosto ore 21

2night

di Ivan Silvestrini 2016, Italia, 90’

con Matilde Gioli, Matteo Martari, Giulio Beranek

Sarà presente il regista

Una ragazza e un ragazzo trascorrono una notte in macchina per le strade di Roma alla ricerca di un parcheggio; ma ciò che sembrava un incontro fugace si trasforma in qualcos’altro. Un film che gioca con il tempo e lo spazio – tutto in una serata, tutto in una automobile – costruendo atmosfere e personaggi tutt’altro che ordinari. Dialoghi serrati e una regia sicura che mantiene il passo dinamico dei protagonisti.

Sabato 12 agosto ore 21

Simon Konianski

di Micha Wald, 2009, Belgio/Canada/Francia, 100’

Con Jonathan Zaccaï, Popeck, Abraham Leber, Irène Herz, Nassim Ben Abdeloumen

La famiglia Konianski: Simon, 35 anni, eterno adolescente, è stato da poco lasciato dalla donna della sua vita, Ernest, suo padre, costretto ad ospitarlo temporaneamente, gli rende presto la vita impossibile. Con la scomparsa di Ernest, il gruppo s’imbarca in un viaggio non privo di sorprese. Esilarante road movie familiare in cui il comico si intreccia continuamente con le vite piuttosto atipiche dei protagonisti.

Domenica 13 agosto ore 21

Il padre d’Italia

di Fabio Mollo, 2017, Italia, 93’

Con Luca Marinelli, Isabella Ragonese, Anna Ferruzzo, Mario Sgueglia

Paolo fa il commesso in un grande negozio di arredamento. Da poco è stato lasciato dal suo compagno. Una sera incontra Mia, giovane donna incinta che sembra non sapere cosa fare di se stessa, men che meno della bambina che aspetta. Suo malgrado, Paolo si farà carico di Mia e cercherà di riportarla a casa, intraprendendo un viaggio che porterà entrambi in giro attraverso l’Italia del presente. Un road movie non convenzionale che riesce a raccontare il Paese evitando con cura luoghi comuni e cliché.

Sabato 19 agosto ore 21

Giorni e nuvole

di Silvio Soldini, 2007, Italia/Svizzera, 116’

Con Margherita Buy, Antonio Albanese, Giuseppe Battiston, Alba Rohrwacher

Michele è stato estromesso dall’azienda dai suoi stessi soci, che ritenevano la sua gestione poco competitiva. Dopo la confessione del licenziamento alla moglie Elsa, la famiglia è costretta a riconsiderare e ridimensionare il proprio tenore di vita. Soldini racconta, con sguardo composto e consapevole, le quotidiane questioni esistenziali legati all’assenza del lavoro, attraverso gli occhi di una famiglia come tante.

Domenica 20 agosto ore 21

7 minuti

di Michele Placido 2016, Italia/Francia/Svizzera, 92’

Con Cristiana Capotondi, Ambra Angiolini, Michele Placido, Fiorella Mannoia, Violante Placido

Una azienda tessile viene acquisita da una multinazionale estera. La nuova proprietà sembra intenzionata a non effettuare licenziamenti ma chiede alle operaie di firmare una particolare clausola che prevede la riduzione di 7 minuti dell’orario di pranzo. Lo sviluppo del dibattito fra le operaie le porterà a una profonda riflessione. Un film che affronta in maniera non banale il tema dell’erosione dei diritti dei lavoratori eternamente in balia delle spietate regole del profitto

Sabato 26 agosto ore 21

Libere, disobbedienti, innamorate – In Between

di Maysaloun Hmoud, 2016, Israele/Francia, 96’

Con Mouna Hawa, Sana Jammelieh, Shaden Kanboura, Mahmud Shalaby

Tre ragazze palestinesi condividono un appartamento a Tel Aviv, al riparo dallo sguardo della società araba patriarcale. Non perderanno occasione per far esplodere la loro voglia di libertà. Premiato in tutto il mondo è stato uno dei film rivelazione dell’anno sulla potenza sovversiva delle donne e sul senso dell’emancipazione nel mondo contemporaneo.

Domenica 27 agosto ore 21

Mustang

di Deniz Gamze Ergüven 2015, Francia, 94’

Con Günes Sensoy, Doga Zeynep Doguslu, Elit Iscan, Tugba Sunguroglu, Ilayda Akdogan

In un remoto villaggio della Turchia, cinque giovani sorelle lottano per la loro libertà contro un potere religioso e patriarcale soffocante. Opera prima sorprendente della regista Deniz Gamze Ergüven e candidato al Premio Oscar come miglior film straniero: una storia toccante e coinvolgente in cui il desiderio di libertà è raccontato con il passo dei grandi romanzi di formazione, in equilibrio perfetto tra dramma e commedia.

Sabato 2 settembre ore 21

Orecchie

di Alessandro Aronadio, 2017, Italia, 90’

Sarà presente il regista

con Daniele Parisi, Silvia D’Amico, Pamela Villoresi, Ivan Franek, Rocco Papaleo

Un mattino, al risveglio, il protagonista avverte un fastidioso fischio alle orecchie. La giornata per lui trascorrerà nel tentativo di risolvere il problema uditivo mentre incontrerà personaggi peculiari. Un film capace di cogliere l’assurdo quotidiano grazie a un cast perfetto e all’occhio distaccato e ironico del giovane regista. Una delle sorprese della stagione cinematografica.

 

Domenica 3 settembre ore 21

Maria per Roma

di Karen Di Porto, 2016, Italia, 93’

con Karen Di Porto, Andrea Planamente, Bruno Pavoncello

Sarà presente la regista

Maria è sempre di corsa; accompagnata dall’inseparabile cagnolina Bea, dalla mattina alla sera volteggia per il centro di Roma per accogliere turisti in appartamenti-vacanza, visitare amici per strada, la mamma al negozio di antiquariato e il papà al cimitero, fare provini ed infine partecipare a una festa “di lavoro”. Ma cosa resta di lei alla fine di questa giornata? Opera prima della regista-interprete Karen Di Porto che tratteggia un’immagine inesorabile di Roma imprigionata in una frenesia che spesso si trasforma in immobilità.

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

UFO Sweden trama film

UFO Sweden: tutte le curiosità sul film di fantascienza

Anche la Svezia hai suoi film sugli alieni, come UFO Sweden, diretto da Victor Danell a partire da un’idea del gruppo Crazy Pictures in...
- Pubblicità -