Una recente notizia pubblicata da Film Music Reporter (ripresa anche da Heroic Hollywood) rivela che il compositore John Paesano – già impegnato con lo score della serie tv Daredevil di Netflix e la trilogia cinematografica Maze Runner – sarebbe stato ingaggiato per sostituire Ramin Djawadi (Game of Thrones) nella realizzazione della colonna sonora di Pacific Rim Uprising, secondo capitolo del famoso kaiju-movie ideato e diretto da Guillermo del Toro.

 
 

Pacific Rim Uprising: John Boyega in azione nelle nuove immagini dal set

Già molto avvezzo a collaborare al fianco di grani personalità del mondo cinematografico e televisivo come Steven S. DeKnight – già sceneggiatore di Daredevil e chiamato in causa in qualità di regista per Pacific Rim Uprising – John Paesano ha già una certa dimestichezza con la realizzazione di universi e atmosfere musicali destinate a prodotti seriali, pertanto non stupisce che i vertici della Legendary Pictures e lo stesso regista abbiano optato per una personalità di tale portata e competenza.

Pacific Rim Uprisingprima foto dal set, ecco John Boyega

Al momento nel cast di Pacific Rim Uprising sono confermati John Boyega, nel ruolo del figlio del personaggio di Idris Elba. Mentre sappiamo che Charlie Hunnam non riprenderà il ruolo per conflitto di programmazioni. Confermati invece Scott Eastwood, Jian Tian, Levi Meaden e Adria Arjona.

Legendary e Universal hanno ufficializzato la data di uscita del Pacific Rim 2, sequel del film di Guillermo del Toro che resta in veste di produttore ma cede il posto in cabina di regia a Steven S. DeKnight, showrunner di Spartacus e Daredevil di Netflix.

L’uscita di Pacific Rim 2 è stata fissata per il 23 febbraio 2018. Legendary e Universal avevano inizialmente previsto l’uscita del sequel per l’estate 2017, facendo poi un deciso passo indietro e rimuovendolo dalla programmazione. L’acquisto della Legendary da parte del gruppo cinese Wanda ha invece cambiato le carte in tavola, accelerando la messa in produzione del sequel. Del resto, Pacific Rim incassò bene in Cina.

Fonte: Film Music Reporter