James Bond

Inseguimenti, acrobazie pericolosissime e combattimenti corpo a corpo potrebbero non essere gli unici settori della produzione di Bond 25 a richiedere l’intervento di un coordinatore esperto. Si perché, almeno secondo quanto riportato dal The Sun, la MGM avrebbe assunto in via del tutto eccezionale un cosiddetto Intimacy Coach per far sentire gli attori a proprio agio durante le scene di sesso. Praticamente una novità assoluta per il franchise.

 

Il sito spiega che la decisione è stata presa dalla produttrice Barbara Broccoli e dal suo team per allinearsi all’etica nel mondo del lavoro promossa dal movimento politico del #MeToo, con questo “professionista” che passerà in rassegna la sceneggiatura insieme al cast coinvolto nelle sequenze intime – Daniel Craig e la nuova Bond Girl Ana De Armas – e si assicurerà che gli venga fornito tutto il supporto di cui hanno bisogno sul set.

Trattandosi di una voce vi invitiamo a prenderla con la dovuta cautela mentre si attendono conferme ufficiali da parte di Eon Productions, MGM, Barbara Broccoli o Cary Joji Fukunaga in persona. Una manovra del genere è stata già adottata dalla HBO, la rete via cavo nota per inserire diverse scene di sesso esplicite nelle sue serie e film originali, che di recente ha annunciato che in ogni nuova produzioni verrà assunto un Intimacy Coach.

Bond 25: iniziate le riprese, ecco la data di uscita

Vi ricordiamo che Bond 25 sarà diretto da Cary Fukunaga (il primo regista non britannico che siede dietro la macchina da presa di un film di 007), mentre la sceneggiatura è stata riscritta da Scott Z. Burns (The Bourne Ultimatum, Contagion).

Secondo quanto riportato dal The Guardian, la MGM ha assunto Phoebe Waller Bridge (Killing Eve, Fleabag) per “ravvivare” lo script del venticinquesimo film del franchise ancora senza titolo ufficiale, sotto speciale richiesta di Daniel Craig, per portare nel progetto l’humor e l’intelligenza tipiche dello stile della sceneggiatrice.

Una parte importante delle riprese si terrà nella città di Matera, capitale europea della cultura per 2019, fornendo l’ambientazione perfetta per quella che dovrebbe diventare la sequenza d’azione del prologo, simile al segmento di apertura di Spectre a Città del Messico durante le celebrazioni del Giorno dei Morti.

Gli ultimi due film di James Bond sono stati diretti da Sam Mendes che ha incassato con i suoi film rispettivamente 1,1 miliardo di dollari per Skyfall (il Bond di maggior successo di sempre, con un Oscar all’attivo) e 880 milioni con Spectre. Dato il successo che Mendes ha raggiunto con i film, quando ha annunciato che non avrebbe più diretto un Bond Movie, la EON e la MGM si sono date da fare per cercare un rimpiazzo all’altezza.

Fonte: The Sun