henry cavill

I piani di espansione dell’universo condiviso DC sono sfumati dopo il (quasi) disastro di Justice League, un film che non ha raccolto pareri positivi e non è riuscito a collegare efficacemente tutti i personaggi finora introdotti. Gli esiti di questo progetto fallito hanno quindi convinto la Waner Bros a concentrarsi su produzioni meno ambiziose con budget ridotti, ma soprattutto su standalone che proveranno ad alimentare l’interesse del pubblico (vedi Joker, Birds Of Prey ma anche Aquaman, Shazam! e Wonder Woman).

Prima dell’arrivo di Justice League però lo studio accolse le proposte di diversi registi tra cui quella di Christopher McQuarrie – che di recente ha firmato gli ultimi due capitoli del franchise di Mission Impossibile – a quanto pare rifiutata, che avrebbe visto insieme sul grande schermo Superman e Lanterna Verde.

A rivelarlo è proprio McQuarrie su Twitter durante una discussione con gli utenti, raccontando di cosa si trattava e quali sono stati i motivi del suo dietrofront:

È troppo complicato da spiegare. Era un progetto collegato al film di Superman che io e Henry Cavill stavamo per proporre alla Warner. Purtroppo nessuno era interessato, perché gli studios non sono mai stati interessati alle mie idee originali, anzi, preferiscono che io aggiusti le loro idee incasinate. Non hanno mai detto “no”: semplicemente la cosa non è andata avanti. Ovviamente questo è successo prima che uscisse Mission Impossible: Fallout, e adesso non prenderei nuovamente in considerazione l’idea. Il film su Lanterna Verde era una proposta scritta. Il film su Superman, invece, era un progetto concreto che abbiamo proposto e il primo sarebbe stato completato al secondo.”

Vi ricordiamo che all’epoca dell’uscita di Fallout il regista aveva già risposto al pettegolezzo che l’avrebbe voluto al timone del sequel de L’Uomo d’Acciaio, nonostante non ci fosse ancora stata una conferma ufficiale da parte della DC Films: “Per quanto riguarda il rumor su un mio presunto coinvolgimento, posso solo dire che nessuno mi ha ancora chiesto di dirigere il film, tuttavia sanno dove trovarmi. E mai dire mai…“.

Evidentemente un contatto tra McQuarrie e lo studio c’è stato, sfortunatamente con esiti negativi. Ora però sembra che l’interesse verso il mondo dei cinecomic sia ormai un miraggio, come dichiarato su Twitter:

Devo dire che la possibilità che io diriga un film supereroistico è davvero remota.”

Fonte: CBM