henry cavill

A settembre la notizia riportata dall’Hollywood Reporter dava quasi per certo l’addio di Henry Cavill al ruolo di Superman, interpretato in L’uomo d’acciaio, Batman V Superman e Justice League, mettendo in disparte ogni progetto riguardante Man of Steel 2, sequel mai confermato ma fortemente voluto dall’attore. Da allora si sono rincorse più indiscrezioni, tra cui quella secondo cui la Warner Bros. avrebbe aperto delle trattative per portare sul grande schermo le nuove avventure del supereror sviluppando il film parallelamente allo standalone su Supergirl.

 

Anche durante la promozione di Mission Impossibile: Fallout, intervistato da Collider, Cavill aveva confessato che erano in corso delle discussioni dietro le quinte con la Warner Bros:“Il mio più grande desiderio è realizzare un sequel diretto di Man of Steel perché c’è tutta una serie di storie di Superman che voglio raccontare e non vedo l’ora che arrivi l’opportunità per farlo“.

Ovviamente nessuna di queste voci è stata confermata nel tempo, ma a quanto pare l’attore sarebbe ancora disposto a calarsi nei panni dell’amato personaggio ad una condizione, come segnalato da un utente di Twitter che ha parlato con lui durante il Comic-Con di San Diego. La star di The Witcher vorrebbe infatti un cinecomic che esplori “il modo in cui il potere assoluto influenza le persone“.

Henry Cavill sarà ancora Superman? Ecco i PRO e i CONTRO

Nel frattempo vi ricordiamo che l’attore sarà presto su Netflix con la serie The Witcher, e che è stato scelto per essere il volto nel nuovo Sherlock Holmes in Enola Holmes, film prodotto da Legendary Pictures e tratto dalla serie di libri di Nancy Springer. Al suo fianco, nei panni della sorella minore di Sherlock e Mycroft, Enola, vedremo la star di Stranger Things Millie Bobby Brown, mentre Helena Bonham Carter interpreterà sua madre.

La regia è stata affidata a Harry Bradbeer (Killing Eve) al quale verrà affiancato lo sceneggiatore Jack Thorne, che di recente ha firmato l’adattamento di Queste Oscure Materie.