- Pubblicità -

È morto ieri John Singleton, sceneggiatore e regista di Boyz N the Hood (per il quale fu candidato all’Oscar, fu il più giovane della storia a 23 anni), con la famiglia che ha deciso di sospendere ogni trattamento di supporto vitale della terapia intensiva intrapresa in seguito ad un grave ictus presso l’ospedale Cedars-Sinai di Los Angeles.

- Pubblicità -
 

È il cuore spezzato che annunciamo che il nostro amato figlio, padre e amico, John Daniel Singleton, sarà tolto dal supporto vitale oggi“, ha detto un portavoce nella dichiarazione riportata da Deadline. “Si tratta di una decisione dolorosa, che la nostra famiglia ha fatto, dopo un certo numero di giorni, con l’attento consiglio dei medici di John […] Siamo grati ai suoi fan, agli amici e ai colleghi per tutto l’amore e le preghiere ricevuti durante questo momento incredibilmente difficile. Vogliamo ringraziare tutti, compresi i medici del Cedars Sinai per l’impeccabile cura che ha ricevuto.”

Singleton aveva debuttato con Boyz N the Hood – Strade violente nel 1991, forse uno dei capitoli definitivi sulla cultura black degli anni ’90, portando a casa due nomination agli Oscar (Miglior Regia e Miglior Sceneggiatura Originale) e diventando il regista più giovane e il primo afroamericano ad essere nominato in quelle categorie.

Tra gli altri suoi lavori ricordiamo Rosewood, Shaft, 2 Fast 2 Furious e Four Brothers. In TV, il regista ha co-creato, diretto e diretto la serie drammatica di FX Snowfall e diretto The People vs. OJ Simpson: American Crime Story, oltre a diversi episodi di Empire e Billions.

Fonte: Deadline

- Pubblicità -