Wolverine moglie

Come annunciato lo scorso anno, Hugh Jackman non tornerà nei panni di Wolverine nei prossimi progetti legati al mutante di casa Marvel. Il futuro del personaggio è tutto da riscrivere alla luce del recente accordo firmato dalla Disney con la Fox, con questa che cederà di fatto alla casa di Topolino tutti i diritti cinematografici dei supereroi come Deadpool, Fantastici Quattro e X-Men.

Il piano, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe rimpiazzare Jackman con un attore molto più giovane per introdurre Logan nel MCU senza alcun legame con la precedente versione dell’eroe.

Sull’argomento si è esposta la produttrice del franchise di Wolverine Lauren Shuler Donner:

Hugh aveva costruito una fisicità specifica, lavorando duramente e alzandosi alle quattro del mattino per allenarsi e mangiare pasti proteici ogni due ore. E pensare che da bambino lo chiamavano verme…Sapevamo che, viste le caratteristiche fisiche, con il passare del tempo il corpo non avrebbe più retto e che la scelta più saggia era mettere un punto. Questo non significa che non possa tornare nei panni di un vecchio Wolverine. Mai dire mai…

Sempre la Donner aveva parlato del possibile “ritorno a casa” dell’eroe nell’universo Marvel menzionando Kevin Feige:

Onestamente non so cosa a stia pensando Kevin, o cosa abbia intenzione di fare con Wolverine. Credo che stia ancora affrontando la realtà, ovvero trovarsi nelle mani questa ricchezza di personaggi e trovare un modo di dargli un senso sul grande schermo“.

Wolverine: 10 attori che potrebbero interpretarlo nel MCU

Jackman stesso aveva affermato di voler vedere un nuovo attore nei panni di Wolverine in un eventuale film prodotto dai Marvel Studios, tuttavia l’azienda ancora tace e non abbiamo ancora avuto informazioni in merito.

Feige invece, discutendo con Variety in un podcast, ha spiegato che nei prossimi mesi lui e i suoi collaboratori saranno già al lavoro per introdurre i Mutanti nell’universo condiviso:

Potremmo iniziare i nostri progetti già nei primi sei mesi del prossimo anno. L’idea di questo ritorno a casa dei personaggi è grandiosa, ed è bello quando un’azienda che li ha creati può avere accesso a tutti quei personaggi. Sarebbe insolito non farlo“.

Fonte: Comicbook