Wonder Woman 1984: ecco l’ispirazione del costume nel nuovo poster

289

È ufficialmente iniziato il conto alla rovescia ad un anno esatto dall’uscita di Wonder Woman 1984, e per festeggiare la regista Patty Jenkins ha condiviso su Twitter il nuovo poster del film in cui debutta la “gold armor” di Diana Prince che i lettori dei fumetti conosceranno grazie alle storie del 1997.

 

Sappiamo che il film si basa sulla serie scritta da Brian Azzarello e Cliff Chiang, la coppia responsabile del reboot della “New 52” per la DC nel 2011, ed è probabile che il design del costume ricordi quello dell’artista David Finch (forma simile, colore diverso) in cui l’eroina indossa per la prima volta un’uniforme che copre sia braccia che gambe.

Altri paragoni del mondo del web hanno accostato l’armatura di Diana a quelle degli X-Men o Valchiria, la guerriera asgardiana vista di recente nel MCU interpretata da Tessa Thompson, anche se l’intenzione della Warner Bros. suggerisce un adattamento più o meno fedele alla gold armor di Kingdom Come; in quella trama assistiamo al cambio generazionale dopo il ritiro di Superman e Wonder Woman che provoca una calamità globale a causa dello scontro tra nuovi supereroi e i loro antagonisti.

È qui che i vecchi membri della Justice League abbandonano la “pensione” per mostrare ai giovani eredi come affrontare i nemici, guidati da Lex Luthor e Captain Marvel (Shazam), e per l’occasione Wonder Woman indossa un costume d’oro a forma di aquila, lo stesso che compare nella locandina.

Wonder Woman 1984come tornerà Steve Trevor?

L’uscita nelle sale è fissata al 6 giugno 2020.

Il film è stato definito dal produttore Charles Roven un sequel “inusuale”, che poterà in scena lo stesso personaggio grazie al lavoro dello stesso team creativo e che seguirà gli eventi del precedente capitolo, ma che i fan non dovrebbero aspettarsi un seguito tradizionale definendo Wonder Woman 1984 “la prossima iterazione della supereroina”.

Il film racconterà un lasso di tempo completamente diverso e lo spettatore avrà solo un assaggio di ciò che che Diana ha fatto o affrontato negli anni intermedi. Abbiamo cercato di mettere insieme una storia del tutto diversa che potesse rispettare le stesse emozioni del passato, portare un sacco di umorismo e molta azione coraggiosa. E soprattutto, toccare le corde del cuore.

Vi ricordiamo inoltre che l’ordine cronologico del personaggio è stato già rimescolato, essendo stata introdotta nell’era contemporanea di Batman v Superman: Dawn of Justice per poi tornare al vecchio secolo con Wonder Woman.

Il sequel vedrà ancora Gal Gadot nei panni di Diana Prince opposta a Kristen Wiig, scelta per interpretare la villain Cheetah. Nel cast figureranno anche Chris Pine (volto del redidivo Steve Trevor) e Pedro Pascal, in un ruolo ancora misterioso.