brad pitt venezia 76 ad astra
di Luigi De Pompeis

L’organizzazione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia prevede che il festival si possa svolgere, quest’anno, nelle consuete date, a inizio settembre.

 

Roberto Cicutto, presidente della Biennale di Venezia, organizzazione madre del festival, ha dichiarato lunedì in un’intervista all’agenzia di stampa italiana ANSA che le date dal 2 al 12 settembre previste per la 77° edizione del Festival di Venezia 2020 sono state confermate.

Nell’intervista con ANSA – i cui dettagli sono stati confermati da un portavoce del Festival – Ciccutto ha minimizzato la possibilità di una collaborazione tra Venezia e Cannes, che il direttore di Cannes, Thierry Fremaux, aveva menzionato in una recente intervista con Variety, sottolineando che: “Dall’inizio della crisi, abbiamo considerato la possibilità di fare qualcosa insieme, se Cannes fosse stata cancellata. Stiamo continuando a discuterne.”

Cicutto ha dichiarato: “Con Cannes, tutto è possibile, ma trovo sconcertante che Thierry Fremaux continui a dire che continua a esaminare la situazione e non dice quello che vuole fare.” “Stiamo andando avanti con il nostro programma, e se Cannes sta ancora pensando (al loro corso d’azione), allora non ci sono dialoghi”, ha aggiunto Cicutto. Il capo della Biennale ha precisato che al momento non ci sono “ipotesi” sul tavolo per un’iniziativa congiunta Venezia-Cannes.

Nell’intervista con ANSA, Cicutto ha anche ammesso che si aspetta che quest’anno “la partecipazione straniera sarà necessariamente molto più piccola” rispetto alle passate edizioni del festival.

“Stiamo realizzando simulazioni riguardanti una tipica giornata di festival”, ha aggiunto, aggiungendo che la tecnologia digitale sarà “importante per la stampa estera” e che tutto ciò verrà perfezionato e verrà inserito in “una proposta che presenteremo ai produttori”.

La Biennale si è data una scadenza di “fine maggio” per chiarire i maggiori dettagli sulle modalità della prossima edizione. Venezia, che è il festival cinematografico più antico del mondo, a gennaio ha annunciato che Cate Blanchett avrebbe presieduto la giuria del concorso della sua 77° edizione.