HALLOWEEN KILLS film 2020

Arriva da Deadline la notizia che Halloween Kills, sequel di Halloween del 2018, undicesimo capitolo della celebre saga horror, è stato ufficialmente posticipato. Il film sarebbe dovuto arrivare nelle sale il prossimo 16 ottobre, ma uscirà adesso il 15 ottobre del 2021. Di conseguenza, è stato anche posticipato Halloween Ends, terzo e ultimo capitolo della nuova trilogia, che dal 15 ottobre 2021 passa al 14 ottobre 2022.

 

In una recente intervista con Empire Magazie, il co-sceneggiatore Danny McBride ha non solo confermato che Halloween Kills inizierà proprio laddove si concluso il predecessore, ma anche anticipato un grandissimo scontro contro l’iconico (e pericolosissimo) Michael Meyers che vedrà coinvolti diversi personaggi, anche legati al passato del franchise.

“Gli eventi del film riuniscono molti personaggi del film originale del 1978 che non abbiamo visto nel predecessore. Si riuniscono per cercare, una volta per tutte, di abbattere Michael, per fermare questo pazzo”, ha dichiarato McBride, specificando che il primo film riguardava l’isolamento di Laurie, mentre il sequel riguarderà maggiormente “il disfacimento di una comunità nel caos. Si tratta di come la paura si diffonde in maniera virale.”

Jamie Lee Curtis ancora Laurie Storde in Halloween Kills

In Halloween Kills ritroveremo Jamie Lee Curtis nei panni di Laurie Storde, insieme a Judy Greer e Andi Matichak, che torneranno ad interpretare sua figlia Karen e sua nipote Allyson. Anthony Michael Hall sarà ancora una volta Tommy Doyle, mentre Donald Pleasence sarà di nuovo il dott. Samuel Loomis.

Il film sarà diretto ancora una volta da David Gordon Green e sceneggiato dallo stesso regista insieme a Danny McBride e Scott Teems. John Carpenter, regista del primo immortale Halloween del 1978, tornerà ad occuparsi delle musiche e figurerà nuovamente anche in qualità di produttore esecutivo.

Vi ricordiamo che Halloween, sequel diretto de La notte delle streghe del 1978, si concludeva con la cattura di Michael Myers da parte delle tre donne Strode (Laurie, la figlia Karen e la nipote Allyson) e l’esplosione del seminterrato dove l’assassino era stato rinchiuso con una trappola.