Il regista Ron Howard ha dichiarato che non ci sono piani per un sequel di Solo: A Star Wars Story, negando così i recenti rumor emersi attorno al futuro del franchise. Uscito nel 2018, il film prequel è stato il secondo esperimento della serie di spin-off della celebre saga  fantascientifica dopo il successo ottenuto da Rogue One di Gareth Edwards.

Anche se entrambi i film hanno attraversato produzioni alquanto tumultuose, Solo è passato alla storia per i problemi che ci sono stati sul set, incluso un cambio di regia praticamente all’ultimo minuto, con i registi Phil Lord e Christopher Miller che sono stati sostituiti da Howard.

Solo: A Star Wars Story ha introdotto ai fan la versione più giovane dell’iconico Han Solo, interpretata da Alden Ehrenreich. Nel film recitavano anche Donald Glover nei panni di un giovane Lando Calrissian,  Emilia Clarke nei panni di Qi’ra, Paul Bettany nei panni di Dryden Vos e Woody Harrelson nei panni di Tobias Beckett.

In una recente intervista con Radio Andy (via ComicBook), al regista premio Oscar Ron Howard è stato chiesto se ci fossero effettivamente dei piani per un sequel Solo, qualcosa che tutti i fan che hanno apprezzato la pellicola originale sperano ormai da parecchio tempo. Sfortunatamente, Howard ha spento qualsiasi tipo di entusiasmo, rivelando che – a dispetto dei rumor – non ci sono piani per far proseguire le avventure del celebre contrabbandiere: Non c’è un sequel in programma al momento. Quello che posso dire è che è sorprendente far parte della saga di Star Wars ed aver diretto un film che sembra essere stato apprezzato col tempo. Un film che non è stato quello che ti aspettato. È stato un viaggio veramente strano lavorare a quel film.”

Nonostante le recenti dichiarazioni di Alden Ehrenreich, sembra proprio che un sequel di Solo: A Star Wars Story non sia nei piani della Disney e della Lucasfilm. Il film è passato alla storia per essere diventato il primo flop al box office della saga, anche se ciò potrebbe essere attribuito a fattori che non hanno nulla a che fare con l’effettiva qualità del film, come ad esempio il fatto che sia uscito nelle sale a pochissimi mesi di distanza da Star Wars: Gli Ultimi Jedi e poco dopo grandissimi successi come Avengers: Infinity War e Deadpool 2

Perché i fan vogliono un sequel di Solo?

Al di là dei problemi nati durante la realizzazione del film, Solo si è rivelato un discreto spin-off, sorretto da alcune buone interpretazioni e, soprattutto, da una rivelazione finale decisamente sconvolgente: alla fine del film, infatti, ha fatto la sua apparizione  noto personaggio della trilogia sequel della saga, ossia Darth Maul, signore oscuro dei Sith apparso per la prima volta in Episodio I: La minaccia fantasma. Anche a causa della presenza del celebre antagonista i fan hanno iniziato a chiedere a gran voce un sequel di Solo, proprio per avere la possibilità di scoprire come il personaggio avrebbe potuto influenzare una nuova ipotetica storia.