Tomb Raider

Ad Aprile dello scorso anno è stato ufficialmente confermato che Tomb Raider, il riavvio del franchise ispirato al videogioco del 2014 e che ha visto protagonista nei panni di una giovane Lara Croft il premio oscar Alicia Vikander, avrebbe avuto un sequel. Da allora, non ci sono più stati aggiornamenti sul progetto.

Adesso, in una recente intervista con Good Morning America (via EW), è stata proprio Vikander ad aggiornare in merito al sequel, anticipando che le riprese del film dovrebbero partire il prossimo anno. “Il nostro piano era quella di iniziare a girare quest’anno”, ha dichiarato l’attrice. “Ovviamente tutto è cambiato a causa della pandemia. Le cose sono molto diverse al momento. Per ora ne stiamo discutendo, quindi spero di poter iniziare a girare l’anno prossimo.”

Il sequel di Tomb Raider sarà diretto da Ben Wheatley. La sceneggiatura del secondo capitolo è stata affidata a Amy Jump, nota per la sua collaborazione di lunga data con il regista e partner, con il quale ha co-scritto la pellicola d’azione Free Fire (che vedeva nel cast Brie LarsonCillian Murphy e Armie Hammer), Kill List, A Field In England, SightseerseHigh-Rise.

In merito al sequel, ad oggi sappiamo davvero poco riguardo la direzione della trama delle prossime avventure di Lara Croft al cinema. Di certo lo sguardo femminile della Jump e l’esperienza maturata nel campo del genere action fanno sperare in un progetto entusiasmante, e quanto pare le idee hanno già convinto la Vikander.

Vi ricordiamo che il film del 2018 si era chiuso con un cliffhanger, quindi aspettiamoci il ritorno della protagonista contro l’oscura organizzazione Trinity che si è infiltrata nella Croft Holdings, l’azienda di famiglia lasciatole in eredità dal padre.