Il compositore premio Oscar Hans Zimmer ha rivelato che la reazione di Christopher Nolan alla sua scelta di comporre la colonna sonora di Dune, dovendo così rinunciare a Tenet, “non è stata eccezionale”.

 
 

Zimmer aveva rifiutato l’offerta di scrivere la musica per Tenet per occuparsi invece dell’adattamento di Denis Villeneuve del romanzo di Frank Herbert. Tenet è stato infine musicato da Ludwig Goransson, che ha vinto un Oscar nel 2018 per la sua colonna sonora di Black Panther.

Zimmer e Nolan hanno già collaborato molte volte, in particolare nella trilogia de Il Cavaliere Oscuro di Nolan, così come Inception, Interstellar e Dunkirk. Zimmer aveva anche lavorato in precedenza con Villeneuve, componendo la musica per il sequel di fantascienza del regista, Blade Runner 2049. Alcuni degli altri lavori di Zimmer includono la sua colonna sonora vincitrice dell’Oscar per Il re leone, così come Il Gladiatore, Il diritto di contare e il più recente No Time To Die.

In un’intervista con ReelBlend, il podcast di CinemaBlend, Zimmer ha parlato di come la reazione di Nolan al rifiuto di Tenet sia stata “non eccezionale”. Zimmer ha di recente trasformato la sua carriera, concedendo molto più spazio alle esibizioni dal vivo rispetto alla composizione di colonne sonore. Il compositore ha chiarito che affrontare Dune è stato il suo ritorno alle colonne sonore dei film, dal momento che il romanzo originale lo aveva fortemente ispirato da bambino.

Secondo Zimmer, la reazione di Nolan “Non (è stata) eccezionale… C’è anche un altro aspetto, che la gente continua a dimenticare. Sono andato in tour e all’improvviso mi sono interessato davvero a questa cosa che non avrei mai pensato di fare (i concerti dal vivo, ndr). Ed eccomi qui, a sessant’anni a scoprire una cosa nuova che mi piace davvero. Quindi Chris ha capito questa cosa, ha capito qual era il mio focus in quel momento.”

La proverbiale freddezza del regista britannico non si smentisce neanche in questo racconto di Zimmer!