Il Marvel Cinematic Universe ha offerto più volte al pubblico innumerevoli eventi al limite dell’incredibile. Tuttavia, un gruppo di ricercatori del Georgia Institute of Technology, ispirato dagli eventi di Avengers: Infinity War, ha recentemente scoperto che lo Snap di Thanos mentre indossava il Guanto dell’Infinito era quasi sicuramente un gesto impossibile da compiere per il personaggio.

 
 

Nonostante nel longevo franchise di successo alcune impossibilità fisiche siano comunque diventate una realtà, lo studio condotto da uno dei più importanti centri di ricerca tecnologica negli Stati Uniti ha rilevato che una componente chiave della capacità di “schioccare” è una certa quantità di attrito: di conseguenza, la mancanza di attrito sul guanto di metallo impedisce quella forza necessaria tra superfici che, di fatto, garantisce la possibilità di rendere lo “schiocco” in maniera adeguata.

Come spiega il sito EurekaAlert!: “Utilizzando immagini ad alta velocità, elaborazione automatica delle immagini e sensori di forza dinamica, i ricercatori hanno analizzato una varietà di schiocchi delle dita. Hanno esplorato il ruolo dell’attrito coprendo le dita con materiali diversi, tra cui ditali metallici, al fine di simulare gli effetti del tentativo di schioccare mentre si indossa un guanto metallico, proprio come ha fatto Thanos.”

Il team ha scoperto che “schioccare” è “l’accelerazione angolare umana più veloce mai misurata, quasi tre volte più veloce dell’accelerazione di rotazione del braccio di un lanciatore di baseball professionista”.

“Quando ho visto i dati per la prima volta, sono balzato dalla sedia”, ha spiegato l’assistente professore Saad Bhamla della School of Chemical and Biomolecular Engineering. “Lo schiocco delle dita avviene in soli sette millisecondi, venti volte più veloce di un battito di ciglia, che richiede più di 150 millisecondi”.

Raghav Acharya, studente universitario della Georgia Tech, ha aggiunto: “I nostri risultati suggeriscono che Thanos non avrebbe potuto ‘schioccare’ a causa delle sue dita corazzate di metallo. Quindi, probabilmente, sono entrati in gioco gli effetti speciali di Hollywood, piuttosto che la fisica reale! Ci scusiamo per l’eventuale spoiler.”