Il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, ha finalmente rivelato cosa è successo all’epoca del breve scioglimento dell’accordo tra Marvel e Sony in merito all’inclusione del personaggio di Spider-Man nell’Universo Cinematografico Marvel.

In una recente intervista con Rotten Tomatoes in occasione della promozione di Black Widow, Feige ha spiegato: “C’è stato un tempo in cui sembrava che i Marvel Studios non sarebbero più stati coinvolti nei film di Spider-Man ad opera della Sony. Sono passati solo pochi mesi, ma sono stati mesi emozionanti per tutti noi, da entrambe le parti”, ha spiegato il boss della Casa delle Idee. “E alcuni mesi in cui siamo finiti nell’occhio del ciclone, per ovvi motivi. Mi piace guardare sempre il lato positivo, e il lato positivo in quell’occasione era che avevamo fatto due grandi film di Spider-Man con Amy Pascal, Tom Rothman, Jon Watts e Tom Holland. Ne ero molto orgoglioso e felice e ovviamente volevo che la cosa continuasse. Voglio essere felice per ciò che abbiamo, sempre… e non arrabbiarmi per ciò che invece non abbiamo.”

Feige ha poi aggiunto: “Fortunatamente Tom Rothman, e Bob Iger, all’epoca CEO della Disney, insieme ad Alan Horn e Alan Bergman, all’epoca presidente dei Walt Disney Studios, si sono tutti resi conto, così come lo stesso Tom Holland, che sarebbe stato più divertente se avessimo continuato a lavorare tutti insieme. Non dovevamo permettere che gli affari o la politica si mettessero in mezzo. L’accordo era iniziato con Amy Pascal e io non avevo nulla a che fare con numeri, contratti, politica. Ciò che mi interessava era la storia e l’amore per Spider-Man, Peter Parker, e per l’universo Marvel. Per fortuna le cose sono andate avanti ed ora aspettiamo tutti l’arrivo di No Way Home.”

In passato Tom Holland aveva parlato di quanto questa esperienza fosse stata estenuante per lui. Il giovane attore aveva ricevuto la notizia della momentanea fine dell’accordo tra Marvel e Sony durante il D23 del 2019, dove i Marvel Studios avevano annunciato i loro piani per la Fase 4, mentre Holland era lì per promuovere il film d’animazione Onward – Oltre la magia, insieme a Chris Pratt.

In seguito, l’ex CEO della Disney Bob Iger rivelò che il giovane attore aveva avuto un ruolo attivo nella mediazione tra Marvel e Sony, che ha portato poi ad un nuovo contratto e alla realizzazione dell’attesissimo Spider-Man: No Way Home.