The Brave and the Bold

Il regista di The Flash Andy Muschietti ha trovato il suo prossimo progetto mentre la Warner Bros. ha annunciato che dirigerà il prossimo film di Batman DC Universe intitolato The Brave and the Bold. I capi dei DC Studios James Gunn e Peter Safran hanno entrambi spiegato la scelta di Andy Muschietti e hanno affermato che è stata una decisione facile da prendere.

 

Abbiamo visto The Flash anche prima di prendere le redini dei DC Studios, e sapevamo di essere solo nelle mani di un regista visionario, ma un grande fan della DC“, hanno dichiarato Gunn e Safran a Deadline . “E’ un film magnifico — divertente, emozionante, elettrizzante — e l’affinità e la passione di Andy per questi personaggi e questo mondo risuona in ogni fotogramma. Quindi, quando è arrivato il momento di trovare un regista per The Brave and the Bold, c’era davvero solo una scelta”.

Fortunatamente, Andy ha detto ‘sì‘, Barbara ha firmato per produrre con noi e stavamo arrivando. Sono una squadra straordinaria e non potremmo avere partner migliori o più stimolanti mentre ci imbarchiamo in questa nuova entusiasmante avventura nel DCU.

Cosa aspettarsi da The Brave and the Bold

Non è stato annunciato alcun cast per The Brave and the Bold. Il presidente della DC James Gunn ha  chiarito che Batman non sarà interpretato da Ben Affleck o Robert Pattinson in questo film. Questo è il terzo film della DCU ad avere un regista associato. James Gunn dirigerà Superman: Legacy e James Mangold dirigerà Swamp Thing. Non si sa ancora una data di uscita.

The Brave and the Bold, quello che sappiamo sul film

Insieme all’introduzione della versione DCU di Batman – che esisterà separatamente dalla versione interpretata da Robert Pattinson nei film di The BatmanThe Brave and the Bold introdurrà “la Bat-family“, ha detto James Gunn. Il primo tra loro è Robin, che sta tornando completamente ai film live-action per la prima volta dallo sfortunato film del 1997 Batman e Robin. Questa versione di Robin sarà impersonificata da Damian Wayne, che Gunn ha descritto come “il nostro Robin preferito, “un piccolo figlio di puttana” e “un assassino”.  Damian, per chi non lo sapesse, è il figlio biologico di Bruce Wayne, di cui non quest’ultimo non conosceva l’esistenza.

E’ una strana storia padre-figlio su loro due,” ha detto Gunn. Il progetto è basato sulla serie dei fumetti di Batman scritti da Grant Morrison, che secondo James Gunn è stato “eccezionalmente influente” sul DCU. L’altro scrittore di fumetti che Gunn ha menzionato per nome era Tom King, che ha partecipato alla stanza degli sceneggiatori della DCU e conduce direttamente al prossimo progetto di lungometraggio. Se Muschietti venisse confermato alla regia, sarebbe ad ora il terzo regista ad essere associato a uno dei film in uscita dei DC Studios. Gunn dirigerà Superman: Legacy, mentre James Mangold è stato scelto per dirigere Swamp-Thing (presumibilmente dopo il suo film di Star Wars).

- Pubblicità -