Gravity

Ancora una volta le ultime ore dell’anno vengono spese a fare conti e classifiche, a selezionare film, a scartare l’uno piuttosto che l’altro, a rinuciare irrimediabilmente a sceglie in alcune occasione e preferire la democrazia del pari merito. Anche quest’anno, inaspettatamente, la classifica è stata difficile da stilare, perchè i bei film, diluiti in 12 mesi, sembrano davvero pochi, ma concentrati in sole 10 posizioni, diventano decisamente troppi.

 

La classifiche, così come i voti, non sono cose che amo molto, anche se si confermano operazioni quasi ludico-ricreative, nonostante il “dolore” connaturato alla scelta. Ecco di seguito la mia top 10 dell’anno appena trascorso, che comprende solo titoli distribuiti qui in Italia.

before midnight questione di tempo10- Pari merito tra Questione di Tempo e Before Midnight. Il primo è una piacevolissima conferma del talento di Richard Curtis, che si conferma un vero e proprio cardiologo del grande schermo: ci guarda in faccia, ci fa ridere, e poi piano piano ci entra nel cuore con i suoi adorabili e strampalati personaggi, per rimanere lì per sempre. Before Midnight merita di stare in classifica anche solo perchè è la “conclusione” di una storia sospesa che è cominciata 18 anni fa e che ci fa credere quanto il vero sentimento d’amore sia non solo difficile da vivere, ma anche da raccontare in maniera realistica e profonda: Jesse e Celine ci sono riusciti, ancora una volta, e noi spettatori li ringraziamo.

Philomena9- Philomena. Quando Judi Dench riempie l’inquadratura, l’equilibrio è perfetto; quando la sua Philomena sorride o versa una piccola lacrima, con lei piange e ride ogni singolo spettatore. Quando la regia precisa, la sceneggiatura brillante, la storia potente concorrono a realizzare il film inaspettato, il cinema si rivela.

tom-hanks-cloud atlas top 10 20138- Cloud Atlas. I fratelli Wachowski hanno creato un universo, una teoria, partendo da un romanzo complicato e bellissimo, come una rivelazione. Allo stesso modo il loro film si dischiude davanti agli occhi dello spettatore, divenendo rivelazione e raccontando di una vita e di tutte le altre vite che in essa si compiono e si ripropongono. Tutto realizzato secondo i dettami della meraviglia visiva e registica.

Stoker recensione top 10 20137- Stoker. Una grande diva che si fronteggia con una piccola creatura fragile, Kidman vs Wasikowska in un confronto paradossalmente ad armi pari in cui la piccola Mia dimostra una potenza e una violenza insospettate. Il dramma psicologico travestito da film horror fa di questa incursione americana di Chan-wook Park un film magnetico, che emoziona e atterrisce allo stesso tempo, regalando momenti di pure suspance e di puro gusto ritmico e registico, scandito dal silenzio assordante dopo un colpo di fucile.

daniel-day-lewis-lincoln-spielberg top 10 20136- Lincoln. Un trattato di politica dall’uomo più retto e nobile che la storia americana ricordi, un capolavoro tecnico in cui la luce si fa personaggio e racconta, un attore (Daniel Day-Lewis) che sembra spingersi oltre l’umanamente possibile, finalmente uno Spielberg ritornato coraggioso alle prese con una storia che non si spaventa nel mettere a nudo il lato meno nobile della leggenda e lo fa con un tono dimesso, che diventa epico in una corsa contro il tempo che ha segnato per sempre la storia dell’umanità.

Rush top 10 20135- Rush. Ogni leggenda ha un’origine, e Ron Howard ci ha raccontato quella di Lauda/Hunt come solo il grande narratore sa fare. Grazie a due grandi interpreti, a una storia incredibilmente vera, a una regia attenta ed equilibrata, a una fotografia luccicante il regista ci ha trasportati indietro nel tempo e ha realizzato un incontro tra il pubblico e il privato, tra la vicenda nota e quella meno nota, riportando in vita una grande storia e regalando alla settima arte un altro tassello importante.

Re della Terra Selvaggia top 10 20134- Re della Terra Selvaggia. Il gioiello inaspettato che si trova nel fango, l’energia della giovinezza e della creatività, la forza espressiva di un piccolo corpicino fragile alle prese con la potenza devastante della natura, un ritratto realistico e allo stesso tempo estremamente poetico di un mondo che sembra non avere tempo e spazio, attraverso gli occhi innocenti e feroci di una bambina di otto anni.

Noi Siamo Infinito top 10 20133- Noi Siamo Infinito. Il film che non ti aspetti, la storia giusta e perfettamente raccontata, un cast di giovani in cui Logan Lerman e Ezra Miller brillano come due fulgidi diamanti. Il profondo tatto nel raccontare il trauma senza ipocrisia, l’indescrivibile poesia della corsa sotto al tunnel, la voglia di ritornare adolescenti per sentirsi, ancora una volta, infelici ma invincibili, ancora una volta, infinito.

la-vita-di-adele top 10 20132- La vita di Adele. Quando un film racconta l’urgenza, la fame, la passione, la curiosità, la normalità allora, racconta la vita. Adele è tutti noi che ci approcciamo con genuinità al nuovo, che ci facciamo pervadere dall’emozione, che senza paura affrontiamo la sofferenza, anche quella più nera, per poi scendere a patti con la vita. Adele resta con noi, in noi, alla fine del film, quando i lunghi minuti del racconto si sono esauriti, quando, nonostante tutto, vorremmo sapere ancora altro di lei, e forse, di noi.

GRAVITY top 10 20131- Gravity. L’universo ingoto, l’oscurità dello spazio profondo, la tristezza di un animo spezzato, la solitudine. Lo straordinariamente grande che coincide con l’incommensurabilmente piccolo in una ricerca della salvezza che passa per una ricerca interiore in cui l’uomo viene messo alla prova rispetto alle proprie paure. Gravity ci mette di fronte ad un’opera perfetta, in cui ogni momento, ogni battito, ogni respiro, ogni silenzio è fondamentale, in cui lo spettatore si perde, si ritrova e alla fine in cui annega.

Con grande fatica, da parte mia, sono rimasti fuori da questa (riduttiva) lista film magnifici, film che non ho avuto la possibilità di vedere, film che ho amato profondamente ma che non hanno scalato la vetta. E’ difficile decretare quale sia il film dell’anno, così come è difficile scegliere un film preferito in assoluto, nonostante questo ci ho provato e spero che il risultato non vi dispiaccia.