james gunn

Dave Bautista ha dichiarato che – nel caso la Disney decidesse di realizzare Guardiani della Galassia Vol.3 senza la sceneggiatura scritta da James Gunn – non reciterà nel film. Un’ulteriore presa di posizione dell’attore in sostegno al regista licenziato settimane fa a causa di vecchi tweet offensivi.

Bautista è stato il primo componente del cast di Guardiani della Galassia a sottolineare il suo disappunto con l’azienda all’indomani del licenziamento diGunn dalla regia del franchise Marvel. L’ex wrestler si è apertamente schierato partecipando poi anche alla lettera collettiva che Chris Pratt ha diffuso, dopo qualche giorno, a nome di tutto il cast del film.

Nessuno difende i suoi tweet, ma questa è stata una campagna diffamatoria su un uomo buono…ho parlato con Chris Pratt il giorno dopo il licenziamento, e lui è un un tipo un po’ più religioso di me quindi aveva bisogno di tempo per pregare e capire, ma eravamo tutti d’accordo sull’assurdità della cosa. James è una delle persone più gentili e rispettabili che abbia mai incontrato. E se la Marvel non userà la sua sceneggiatura, allora chiederò loro di liberarmi dal mio contratto, tagliarmi fuori o rifare il casting.

Guardiani della Galassia Vol. 3 “terminerà” il franchise per come lo conosciamo

Poche ore fa Bautista aveva scritto su Twitter che avrebbe partecipato a Guardiani della Galassia Vol. 3 soltanto perché è obbligato da vincoli legali, ma che un film sui Guardiani senza Gunn sarebbe stato una cosa differente rispetto a ciò che lui ha accettato di fare con il primo film.

“Farò solo quello che sono obbligato a fare legalmente ma Guardiani senza James Gunn non è ciò per cui ho firmato. Guardiani senza James Gunn non è Guardiani, semplicemente. È nauseante, per me, lavorare per qualcuno che potenzia la campagna di diffamazione da parte di fascisti cibernetici.”

Fonte: Shortlist