Sono passati ormai tre anni dall’uscita nelle sale di Jurassic World, quarto episodio della celebre saga resa famosa da Steven Spielberg, ma solo oggi il regista Colin Trevorrow rivela quanto il film sarebbe dovuto essere inizialmente diverso da quello arrivato poi al cinema. Sono stati soprattutto i ruoli dei personaggi principali a mutare dopo l’arrivo di Trevorrow che ha deciso di modificare la sceneggiatura iniziale scritta da Rick Jaffa e Amanda Silver.

Ho letto solo una volta la sceneggiatura originale, quindi non ricordo tutti i dettagli” ha dichiarato Trevorrow “Il protagonista era un personaggio di nome Vance, che alla fine è diventato Owen nella nostra storia. Il film si apriva con Vance che salta da un elicottero con un branco di rapaci durante un’incursione militare. C’era anche un personaggio che aveva solo una o due scene, il manager del parco il cui nome mi pare che fosse Whitney. Era un’antagonista vera e propria che metteva in atto solo la burocrazia. Ricordo di aver letto queste scene e di aver pensato che Whitney avrebbe potuto avere un margine di crescita maggiore di qualsiasi altro personaggio in quel momento. Lei non era affascinata dai dinosauri, ma li vedeva solo come un potenziale business. Prendere un personaggio del genere e riportarla alla meraviglia e al rispetto per queste creature sembrava un vero e proprio viaggio. Doveva ritrovare di nuovo l’amore per i dinosauri.”.

La Whitney a cui fa riferimento il regista è diventata poi la Claire interpretata da Bryce Dallas Howard a cui effettivamente è stato poi affidato il ruolo chiave per l’intero svolgimento del film. Dalle parole di Trevorrow pare proprio che Jurassic World era stato pensato come un progetto che ruotasse interamente attorno al personaggio interpretato da Chris Pratt, unico protagonista di un film action. Per fortuna non è andata così.

FONTE: CineBook