Star Wars: Gli Ultimi Jedi

Uno degli eventi più scioccanti di Star Wars: Gli Ultimi Jedi è stato sicuramente l’assassinio del leader supremo Snoke ad opera del suo apprendista Kylo Ren: al termine di una sequenza molto concitata il ragazzo si scagliava infatti contro il maestro tagliandolo in due con la spada laser. Ora, sebbene la morte di Snoke sia un fatto appurato come l’addio alla saga di Luke Skywalker, sembra che una teoria dica l’esatto contrario affermando che il personaggio potrebbe ritornare in Episodio IX. Perché? Ecco spiegata l’assurda ma coerente ragione:

 

Secondo il canale youtube Star Wars Theory Snoke non sarebbe fisicamente stato nella sala del trono al momento della sua uccisione, sostituito da una proiezione di sé. Sappiamo già che il leader del Primo Ordine aveva il potere di proiettarsi come un ologramma in diversi luoghi anche molto distanti per collegarsi al generale Hux o allo stesso Kylo Ren, capacità che appurerebbe la teoria. Inoltre, questa supposizione viene incoraggiata dal fatto che anche dopo la sua morte Kylo e Rey continuano ad essere in contatto (un rapporto mentale creato proprio da Snoke in Episodio VIII per portare Rey nel Primo Ordine).

Star Wars: Gli Ultimi Jedi, il finale “non è davvero una scelta valida”

Stando a quanto detto da Rian Johnson, regista de Gli Ultimi Jedi, alcuni dettagli del passato di Snoke saranno comunque rivelati in Episodio IX, quindi non ci resta che attendere l’uscita dl film nel 2019.

Voi cosa ne pensate? Rivedremo Snoke nel futuro della saga?

Fonte: ScreenRant