vedova nera

I Marvel Studios sono ufficialmente al lavoro sullo standalone dedicato a Vedova Nera, l’eroina interpretata nel MCU da Scarlett Johansson. Secondo quanto riportato, lo standalone riprenderà le sorti di Natasha Romanoff quindici anni dopo la caduta dell’Unione Sovietica negli Stati Uniti.

 

Ora è il sito That Hashtag Show a rivelare qualche aggiornamento sul cinecomic e sui personaggi che accompagneranno la protagonista sullo schermo. Scopriamo qui sotto di chi si tratta:

L’antagonista

Il villain del film su Vedova Nera sarà quasi sicuramente un uomo, descritto come un individuo “entusiasmante” e di etnia non identificata, ma che si aggira intorno ai quarant’anni. Sfogliando la storia dell’eroina nei fumetti, un personaggio che corrisponde a questa descrizione è il Guardiano Rosso, soldato russo tra i più amati dai fan; oppure potrebbe trattarsi di Taskmaster, supercriminale mercenario capace di duplicare perfettamente i movimenti di chiunque e infiltrato nello SHIELD. Possibile, vista l’ambientazione in Europa, anche la presenza di Night Raven, apparso nella graphic novel Fury / Black Widow: Death Duty. Viene inoltre menzionato che gli studios sono in cerca di un’attrice di 50 anni che possa interpretare un villain secondario.

Alleati o nemici?

Trattandosi di un film con protagonista una spia doppiogiochista, è evidente che molti personaggi risulteranno ambigui per quanto riguarda gli schieramenti. Sembra che i Marvel Studios stiano cercando di portare sullo schermo quattro figure di età simile a quella di Natasha Romanoff, dunque tra i 20 e i 30 anni: il primo è una donna descritta come un “Bond al femminile“, il secondo un uomo mediorientale o indiano. Inoltre, la produzione sta cercando due attrici di ceppo europea-caucasica di 50-60 anni. A questo punto si può ipotizzare che personaggi come Jessica Drew, Black Lotus (nuova interpretazione di Melina Vostokovna), Snapdragon, Raoul Bushman o Ivan Petrovich potrebbero essere portati al cinema grazie allo standalone, ma staremo a vedere.

Vedova Nera: ecco cosa possiamo aspettarci dal cinecomic prequel

Lo standalone riprenderà le sorti di Natasha Romanoff quindici anni dopo la caduta dell’Unione Sovietica negli Stati Uniti. Detto ciò, è evidente che il film si piazzerà in un momento della timeline antecedente a Iron Man 2 (dove Vedova Nera debuttava ufficialmente). Probabile quindi un’ambientazione a metà degli anni 2000, una posizione storica che potrebbe ammettere la tanto sperata reunion tra Natasha e Clint Barton (Occhio di Falco) mentre collaborano a Budapest, oppure il primo incontro fra l’eroina e il Soldato d’Inverno

Vi ricordiamo la sceneggiatura del cinecomic è stata affidata a Jac Schaeffer (già autrice di TiMER, Nasty Woman, Frozen – Le avventure di Olaf) e la regia a Cate Shortland.

Fonte: That Hashtag Show