Amore e morte in una storia gay nell’esordio alla regia dello stilista Tom Ford, oggi in concorso alla Mostra del cinema di Venezia. Alla prima proiezione stampa di questa mattina ‘A single man’ e’ stato accolto con applausi, ma anche qualche dissenso. Il film, tratto dal romanzo di Christopher Isherwood e ambientato negli anni ’60, racconta l’elaborazione del lutto di un professore universitario (interpretato da Colin Firth) che perde in un incidente d’auto il compagno di vita.

Sergio Castellitto spiega il suo ruolo nel film di Terracciano: il personaggio che interpreta e’ un omaggio ai grandi attori italiani. Castellitto, protagonista di Tris di donne & abiti nuziali, in concorso a Venezia, spiega che Germi, Vittorio De sica, Eduardo e Peppino De Filippo gli hanno insegnato l’amore per il mestiere di attore. Il film e’ la cronaca dei tentativi di un giocatore che si affida alla sorte per aiutare la famiglia senza capire il male che fa ai propri cari.

E’ andato a Tehroun il premio della ‘Settimana Internazionale della Critica ‘Regione del Veneto per il cinema di qualita”.A riceverlo e’ il regista iraniano Nader Takmil Homayoun. Il riconoscimento consiste in 5.000 euro.

The Hole di Joe Dante, proiettato alla 66/a Mostra di Venezia in anteprima mondiale, vince il Premio Persol 3-D per il miglior film 3-D. ‘Il premio – si spiega in una nota – e’ stato assegnato al lungometraggio che meglio rappresenta l’esplorazione di questa nuova frontiera del linguaggio cinematografico, che sta attirando l’enorme interesse creativo di cineasti e produzioni, nonche’ il forte gradimento del pubblico’.