Cameron Boyce: 10 cose che non sai sull’attore

883
Cameron Boyce in Descendants
Cameron Boyce in Descendants

Ci sono personaggi del mondo dello spettacolo che il destino ci porta via troppo presto. E’ questo il caso di Cameron Boyce, giovanissimo attore americano scomparso a soli vent’anni. Se non conoscete l’attore e la sua breve ma intensa carriera, restate con noi e venite a scoprire tutto quello che c’è da sapere su Cameron Boyce.

 

Cameron Boyce film: gli inizi della sua carriera

10. Nato il 28 maggio 1999 a Los Angeles, in California, Stati Uniti, Cameron Boyse ha origini ebree e afro-caraibiche. La carriera di Cameron comincia subito, all’età di sette anni, quando appare per la prima volta nel catalogo promozionale della Disney. Camercon Boyce da piccolo partecipa anche a numerosi spot pubblicitari per la Nestlé, per la Kraft e molte altre aziende.

9. Nel 2008 viene scelto per partecipare al video musicale That Green Gentleman dei Panic at the Disco in cui interpreta il chitarrista Ryan Ross, versione ‘baby’. A quell’ingaggio segue, sempre nello stesso anno, la partecipazione ai video musicali di Ya’ll Know How I Am di Ice Cube e Whip My Hair di Willow Smith.

8. Nello stesso anno Cameron Boyce debutta al cinema con il film Riflessi di Paura (2008) – film in cui recita al fianco di Kiefer Sutherland – e Eagle Eye (2008).

Diretto da D.J. Caruso, il film racconta la storia di Jerry Shaw (Shia LaBeouf), un giovane problematico ancora in lutto per la morte del fratello. Un giorno, all’improvviso, l’FBI fa irruzione in casa sua e lo arresta con l’accusa di terrorismo. La stessa cosa capita a Rachel Holloman (Michelle Monaghan), madre single accusata di terrorismo.
Responsabile degli arresti di Jerry e Rachel è ARIA, un supercomputer creato dal governo americano per la lotta contro il terrorismo e per prevenire gli attacchi al presidente degli Stati Uniti. Ma qualcosa all’interno del programma ARIA sembra non funzionare e saranno proprio Rachel e Jerry a subirne le conseguenze.

7. Negli anni successivi vediamo Cameron nel cast di Un weekend da bamboccioni (2010), Judy Moody and the Not Bummer Summer (2011), Un weekend da bamboccioni 2 (2013) e Runt (postumo – 2020).

Cameron Boyce in Jessie: nel mondo delle serie tv

6. Parallelamente alla sua carriera al cinema, dal 2008 Cameron Boyce muove i primi passi anche sul piccolo schermo. Il suo primo ingaggio televisivo riguarda infatti uno del medical drama americani più famosi, General Hospital: Night Shift. Cameron partecipa a ben sette episodi per poi proseguire la sua carriera con altri progetti. Successivamente lo vediamo anche in Buona fortuna Charlie (2011), A tutto ritmo (2011) e nella famosa serie Jessie (2011).

5. Creata e prodotta da Pamela Eells O ‘Connell – produttore esecutivo e autore di Zack e Cody sul ponte di Comando -, Jessie è una sit-com americana targata Disney Channel andata in onda dal 2011 al 2016 per 4 stagioni e 98 episodi.

Cameron Boyce Jessie
Cameron Boyce nella serie Jessie – Fonte: IMDB

La serie racconta la storia di Jessie (Debby Ryan), una ragazza di appena diciotto anni che vive in una zona sperduta del Texas. Un giorno Jessie decide di trasferirsi a New York per poter intraprender la carriera d’attrice ma lì trova lavoro come tata di una famiglia molto ricca, i Ross, che vivono in una grande casa con tanto di maggiordomo. Jessie quindi comincia il suo nuovo lavoro ma nel frattempo fa di tutto per realizzare il suo sogno.
Nella serie Cameron Boyce interpreta il ruolo di  Lucas “Luke” Philbert Ross, uno dei dispettosi figli dei coniugi Ross, datori di lavoro di Jessie.

4. Negli anni successivi, Cameron Boyce partecipa alle serie tv Gamers Mania (2015-2016), Liv e Maddie (2015), Code Black (2015) e Summer Camp (2016), spinoff della serie Jessie. L’ultima serie tv per Cameron è stata Mrs Fletcher, andata in onda nel 2019 dopo la morte dell’attore.

Cameron Boyce in Descendants: i film musical di Disney Channel

3. Nel 2015, Cameron Boyce viene scelto per partecipare al nuovo film musical targato Disney Channel, dal titolo Descendants.

Diretto da Kenny Ortega, il film racconta della avventure dei figli, o discendenti, dei più famosi personaggi della Disney, come Malefica, Crudelia De Mon, Jafar, Cenerentola, Aurora e molti altri ancora.

Cameron Boyce in Descendants 2
Cameron Boyce in Descendants 2 – Fonte: IMDB

Dopo il matrimonio di Belle e la Bestia, tutti i regni delle fiabe vengono unificati negli Stati Uniti di Auradon. Nel regno sono ammessi sono i personaggi buoni delle fiabe mentre i cattivi sono esiliati e imprigionati nell’Isola degli Sperduti. Attorno all’isola c’è una barriera magica che impedisce ai villain di scappare.

Sono passati vent’anni e Ben (Mitchell Hope), figlio di Belle e la Bestia, sta per diventare re. Uno dei suoi primi progetti come regnante è quello di richiamare i figli di alcuni dei prigionieri dell’isola nel regno di Auradon per permettere loro di frequentare la prestigiosa accademia Auradon Prep, diretta dalla Fata Smemorina (Melanie Paxson) di Cenerentola. Così, Carlos (Cameron Boyce), figlio di Crudelia De Mon, Jay (Booboo Stewart), figlio di Jafar, Evie (Sofia Carson), figlia della Regina Cattiva di Biancaneve e Mal (Dove Cameron), figlia di Malefica, accettano la proposta di Ben con il solo scopo di rubare la bacchetta della Fata Smemorina e liberare i loro genitori dall’isola.

Cameron Boyce in Descendants
Cameron Boyce in Descendants – Fonte: IMDB

Il film ha avuto un grandissimo successo, tanto che Disney Channel ha ordinato a Kenny Ortega di dirigere altri due film, Descendants 2 e Descendants 3, trasformando il tutto in una trilogia Disney per adolescenti. Oltre alla trilogia di Descendants, la Disney ha anche prodotto uno spinoff animato dal titolo Descendants: Wicked World, una serie fatta da 33 cortometraggi in cui ogni attore di Descendants ha prestato la voce al proprio personaggio.

Cameron Boyce malattia: una morte improvvisa

2. Il 6 agosto del 2019, purtroppo, Cameron Boyce è venuto a mancare a causa di un violento attacco epilettico. La sua morte, così improvvisa ha lasciato sotto shock il mondo della tv e del cinema. Boyce aveva infatti appena vent’anni ed era malato di epilessia, condizione che l’attore cercava di tenere sotto controllo grazie a cure specifiche.

L’epilessia è una condizione neurologica permanente e incurabile caratterizzata da alcuni episodi, detti ‘crisi epilettiche‘, che possono avere una durata variabile. Durante queste crisi, un gruppo più o meno esteso di neuroni rilascia un’intensa scarica ‘elettrica’ che causa forti convulsioni e un momentaneo blackout. Uno di questi attacchi, purtroppo, è stato fatale per Cameron Boyce, morto all’età di soli vent’anni. Dopo l’autopsia, la famiglia ha deciso di non celebrare il funerale per evitare lo sciacallaggio mediatico; il corpo dell’attore è stato cremato e le ceneri restituite ai familiari.

1. A causa di questo tragico evento la Walt Disney Company il 22 luglio del 2019 decide di annullare la premiere del film Descendants 3 e di fare una donazione alla Thrist Project, un’organizzazione filantropica alla quale Cameron era molto legato. La donazione, col permesso della famiglia Boyce, viene fatta proprio a nome dell’attore alla cui memoria sarà anche dedicata la messa in onda del terzo film di Descendants.
La famiglia Boyce, inoltre, ha creato una fondazione benefica in memoria di Cameron, intitolata Cameron Boyce Foundation, associazione che aiuta i giovani vittime di violenza a trovare la propria strada nel mondo dell’arte e dello spettacolo.

Fonte: Wiki, IMDB