James Dean film

James Dean è uno di quegli attori che se non ci fosse stato avrebbero dovuto invertarlo. Schivo, riservato, ma con un certo carattere, l’attore ha saputo conquistare il pubblico di tutto il mondo per poi diventare una leggenda.

 
 

Sebbene Dean fosse tormentato dai demoni, la sua vita era come quella di un ragazzo ventenne qualunque, fatta di amori, divertimento, sogni e tanto lavoro, prima che un fatale incidente lo portasse via da questa terra.

Ecco dieci cose da sapere su James Dean.

James Dean: l’incidente e la morte dell’attore

 

1. James Dean è morto a 24 anni. Il giovane attore morì il 30 settembre del 1955 a causa di un incidente automobilistico. Stando alle informazioni avute, Dean quel giorno si sarebbe dovuto trovavre a Salinas, in California, per una gara automobilistica. In mattinata la sua Porsche 550 Spyder venne preparata e l’attore decise di guidarla per familiarizzare meglio con essa. Perciò, salì a bordo con il meccanico Rolf Wütherich e si inviarono: Dean venne multato per eccesso di velocità nel primo pomeriggio, per poi fermarsi a fare rifornimento.

Dopo aver lasciato le Lost Hills alle spalle, Dead si trovò a guidare sulla U.S. Route 466 quando, ad un certo punto, arrivò in direzione opposta una Ford Custom Tudor coupè bianca e nera guidata da un giovane studente, Donald Gene Turnupseed. Questa si mise a voltare a sinistra, attraversando la corsia di Dean: le due auto incidentarono quasi frontalmente. Se lo studente sopravvisse con diverse ferite e contusioni, Dean venne portato all’Ospedale Paso Robles, dove venne dichiarato morto dopo una decina di minuti, a causa di diverse lesioni interne e la rottura del collo.

2. Nel 2005 sono state diramate nuove informazioni sulla morte di James Dean. Una ricerca effettuata nel 2005 dimostrò che alcune delle informazioni diramate al momento della morte dell’attore, e negli anni successivi, non erano del tutto corrette. Per cinquant’anni si era pensato che l’attore andasse a una gran velocità e che avesse guidato in maniera spericolata: invece, da questo studio è emerso che Dean stava guidando in maniera prudente e non andava così forte come si è sempre pensato. Grazie alle nuove tecnologie è stato stimato che era Dean a guidare (a differenza di diverse voci che dicevano fosse dalla parte del passeggero) e che frenò forte per evitare d’impattare con l’altra auto, invece di accelerare come venne detto all’epoca.

james dean

James Dean: i suoi film

3. James Dean: I film e la carriera. James Dean, prima di realizzare i film che lo hanno reso famoso in tutto il mondo, ha dovuto fare una bella gavetta durata qualche anno in cui ha partecipato ad una serie di film pur senza esserne accreditato: I figli della gloria (1951), Attente ai marinai! (1952), L’ultima minaccia (1952), Il capitalista (1952) e L’irresistibile Mr. John (1953). Finalmente, Dean riesce a farsi valere e ad ottenere dei ruoli importanti nei tre film che lo renderanno una leggenda: La valle dell’Eden (1955), Gioventù bruciata (1955) e Il gigante (1956).

4. James Dean ha lavorato in diverse serie tv. Parallelamente alla sua carriera cinematografia, James Dean ha lavorato anche in qualche episodio di diverse produzioni televisive, come Mio padre, il signor preside (1951), Studio One (1952-1953), Kraft Television Theatre (1952-1953), General Electric Theatre (1954) e Schiltz Playhouse of Stars (1955).

5. È stato candidato postumo agli Oscar. Deceduto nel 1955, l’attore aveva in quel momento da poco ultimato la lavorazione dei suoi ultimi film. La valle dell’Eden gli fece poi guadagnare una prima nomination postuma come miglior attore ai premi Oscar, nel 1956. L’anno seguente la cosa si ripeté grazie a Il gigante. Pur senza aver vinto il premio, queste due sue interpretazioni sono ricordate come tra le migliori nella storia del cinema e vengono ancora oggi studiate dagli amanti della recitazione.

James Dean: altezza

6. James Dean era un di media statura. Affascinante, slanciato e snello, James Dean sembrava un essere un ragazzo molto alto, eppure la sua altezza si sviluppava in 173 centimetri. L’attore, quindi, godeva di un’altezza forse poco più alta della media dell’epoca. In ogni caso, a svettare erano il suo talento e le sue capacità.

James Dean: la vita privata e la fidanzata italiana

7. James Dean era probabilmente bisessuale. Circa l’omosessualità di James Dean, non ci sono mai state delle informazioni chiare, ma ci si è sempre basati su voci, per cosi dire, di corridoio. Lo stesso attore non ha mai detto di esserlo, affermando però di non vivere la vita con costrizioni. Le voci su una presunta omosessualità circolavano già quando era in vita: queste voci, provenienti da persone che pare fossero molto amiche dell’attore, sostenevano che Dean avesse un’intimità sessuale discreta con uomini e di averne frequentati diversi senza darlo a vedere.

James Dean incidente

 

8. James Dean è stato fidanzato con Anna Maria Pierangeli. Nel corso della sua breve vita, James Dean si fidanzò con un’attrice italiana, Anna Maria Pierangeli: i due si conobbero mentre lei stava girando Il calice d’argento in un set che si trovava vicino a quello della Warner Bros. I due si frequentarono per diverso tempo, salvo poi terminare la relazione quando la Pierangeli annunciò di essere in procinto di sposare l’attore Vic Damone.

James Dean e la Porsche maledetta

9. La Porsche di Dean si chiamava Piccola bastarda. L’auto con cui James Dean perse tragicamente la vita nel 1955, è stata definita più volte come maledetta e questo perché pare che le persone, alle quali sono state vendute le parti restanti della macchina (che venne smembrata) ebbero a loro volta degli incidenti automobilistici.

James Franco in James Dean – La storia vera

10. James Franco ha interpretato James Dean. Nel 2001, venne realizzato un film per la televisione intitolato James Dean – La storia vera. Diretto da Mark Rydell e con James Franco nei panni di James Dean, il film racconta la storia dell’attore indimenticato, dalla sua infanzia fino al momento della morte, passando per i retroscena dei film da lui realizzati e alle diverse relazioni sentimentali e rapporti d’amicizia. Il film vinse un Golden Globe e due Emmy Awards.

Fonti: IMDb, biography, telegraph