Pamela Anderson film

Entrata a far parte dell’immaginario collettivo grazie alla serie Baywatch, Pamela Anderson è tutt’oggi considerata una vera e propria sex symbol, capace di stregare con il suo fascino senza tempo. La sua figura con indosso il celebre costume rosso da bagnina è una delle immagini più celebri della televisione, che ha fatto sognare intere generazioni di spettatori.

Al di là dell’attività da modella e attrice, inoltre, la Anderson si è resa celebre per le sue numerose campagne in difesa dei diritti per gli animali, come anche dei suoi numerosi e turbolenti matrimoni. Con una vita tanto intensa come la sua, era infatti difficile che l’attrice non rimanesse ancora oggi in cima all’elenco dei nomi più chiacchierati di Hollywood.

Ecco 10 cose che non sai di Pamela Anderson.

1Parte delle cose che non sai sull’attrice

Pamela Anderson instagram
 

Pamela Anderson: i suoi film e le serie TV

10. Ha recitato in noti lungometraggi. L’attrice debutta al cinema con un piccolo ruolo in Rapina del Secolo a Beverly Hills (1991), per poi apparire in Snapdragon – Il fiore che uccide (1993), Soli contro il crimine (1994), Barb Wire (1996) e Trapped – Identità nascoste (1996). Torna al cinema nel 2002, ricoprendo il ruolo di sé stessa in Scooby-Doo, con Rowan Atkinson, per poi apparire in Scary Movie 3 – Una risata vi seppellirà (2003), Borat (2006), con Sacha Baron Cohen, e Superhero – Il più dotato fra i supereroi (2008), con Kevin Hart. Negli ultimi anni ha invece recitato in film poco conosciuti come Hollywood & Wine (2011), The People Garden (2016) e The Institute (2017), con James Franco. Nel 2017 è invece apparsa nel film Baywatch, con Dwayne Johnson, riprendendo il suo celebre ruolo.

9. È nota per i suoi ruoli televisivi. La Anderson intraprende la propria carriera in televisione recitando in alcuni episodi di serie come Babysitter (1990), Sposati con figli (1991), e Il tempo della nostra vita (1992). La consacrazione arriva però grazie alla serie Baywatch, dove recita dal 1992 al 1997 nel ruolo di C. J. Parker. Parallelamente, ha poi recitato in Quell’uragano di papà (1991-1997), e in seguito in V.I.P. Vallery Irons Protection (1998-2002), Baywatch – Matrimonio alle Hawaii (2003), Una pupa in libreria (2005-2006), Package Deal (2013) e Sur-Vie (2017).

8. Si è distinta come produttrice. Nel corso della sua carriera la Anderson non si è cimentata solo nella recitazione, ma ha anzi fatto valere il proprio solido status all’interno dell’industria per affermarsi anche come produttrice. Ha così intrapreso tale ruolo per la serie action comedy V.I.P. Vallery Irons Protection, di cui è stata anche protagonista, partecipando alla produzione di circa 77 episodi. Successivamente, ha supportato la serie Una pupa in libreria, a cui è stata molto legata. Negli ultimi anni ha invece prodotto il documentario This Changes Everything (2015), incentrato sulle problematiche del cambiamento climatico, e The Game Changers (2018), trattante l’utilizzo delle proteine da parte di vari atleti.

Pamela Anderson e Adil Rami

7. È stata sposata con il noto calciatore. Ad oggi la Anderson è stata sposata per ben cinque volte, e il più delle volte i suoi matrimoni sono durati particolarmente poco. Tra questi, è noto quello con il calciatore Adil Rami, quarto marito dell’attrice e noto per aver anche giocato nel Milan tra il 2014 e il 2015. I due si erano conosciuti nel 2017 e avevano in breve intrapreso una relazione che li ha portati al matrimonio nel 2018. Nel giugno del 2019, tuttavia, l’attrice annuncia tramite il proprio profilo Instagram la fine del rapporto con Rami, scrivendo di aver scoperto dei ripetuti tradimenti di lui.

Pamela Anderson è su Instagram

6. Ha un account personale. L’attrice è presente sul social network Instagram, dove possiede un account verificato seguito da 1,1 milioni di persone. Qui, con oltre duemila post, la Anderson è solita condividere suoi scatti da modella, più o meno recenti, e che provano l’indiscutibile fascino mai perso negli anni. Diversi sono però anche le immagini relative a momenti di svago, in compagnia di amici o colleghi, come anche i post contenenti curiosità sulle sue attività più recenti.

Indietro