Doctor Doom: 5 modi in cui il MCU potrebbe rendergli giustizia

1321

L’accordo siglato tra la Disney e la Fox ha reso finalmente possibile l’ingresso dei personaggi appartenenti all’X-Universe, come gli X-Men e i Fantastici Quattro, all’interno dell’Universo Cinematografico Marvel.

Molto fan non vedono l’ora di vedere eroi e villain dell’X-Universe entrare a far parte del MCU, soprattutto perché alcuni di questi personaggi non hanno mai goduto di un’adeguata rappresentazione sul grande schermo, come ad esempio quello del celebre Doctor Doom.

L’Universo Cinematografico Marvel avrà finalmente la possibilità di rendere giustizia ad uno dei più grandi cattivi della storia dei fumetti, ma in che modo? Proviamo a spiegarvelo di seguito…

5Catturare la sua vera personalità

Un supereroe o un villain è generalmente definito da una forte personalità. Nel caso di Doctor Doom, trasporre sullo schermo la sua vera personalità è uno degli obiettivi principali che un film Marvel dovrebbe porsi. Le precedenti incarnazioni cinematografiche del titano hanno smussato numerosi angoli del suo carattere, regalando al pubblico una rappresentazione non fedele a quella dei fumetti. Il Dottor Destino di Julian McMahon, ad esempio, è apparso “solamente” come un arrogante o come un misantropo con enormi difficoltà ad inserirsi nella società.

In realtà, Doom è molto altro: è un irresistibile cattivo, un orgoglioso, ma sa essere anche benevolo con le persone che ritiene meritevoli. È un sovrano, un conquistatore. Uno che si ritiene al di sopra delle regole. Si preoccupa delle vite delle persone a lui care, come dimostra la sua battaglia per liberare l’anima di sua madre dall’inferno o come dimostra la sua feroce lotta per difendere la sua nazione, Latveria. Un personaggio che è in grado di inglobare al suo interno sia il buono che il cattivo merita una rappresentazione approfondita, a tutto tondo.

Indietro