La storia dietro il cattivo di Dungeons & Dragons – L’onore dei ladri

Il misterioso cattivo è stato una minaccia persistente nella storia del gioco di Dungeons & Dragons e "L'onore tra i ladri" ci ricorda perché.

Dungeons & Dragons – L’onore dei ladri è uno di qui adattamenti che attirerà sia gli spettatori occasionali che i giocatori più legati a Dungeons & Dragons. Il suo mix di umorismo, cuore e azione fantasy ha suscitato elogi, così come il modo in cui i registi/co-sceneggiatori John Francis Daley e Jonathan Goldstein sono riusciti a utilizzare la ricca mitologia di Dungeons & Dragons. I fan del gioco terranno senza dubbio i tanti Easter eggs  sparse per tutto il film (credeteci, ce ne sono molte) ma uno dei più grandi si presenta sotto forma di un personaggio la cui presenza guida la trama. Quel personaggio è il negromante Szass Tam (Ian Hanmore).

  • Il seguente articolo contiene spoiler per Dungeons & Dragons

2La presenza di Tam alimenta la trama di Dungeons & Dragons – L’onore dei ladri

Sebbene Tam appaia solo in poche scene di Dungeons & Dragons – L’onore dei ladri, le sue azioni finiscono per avere una grande influenza sulla trama. Uno dei suoi compagni maghi rossi, Sofina (Daisy Head) è riuscito a rubare il corno rosso e ha cercato di infliggere la morte del richiamo alla città di Netherwinter. A tal fine, unisce le forze con il canaglia Forge Fitzwilliam (Hugh Grant). Forge riavvia la competizione nota come Highsun Games, che porterà persone da tutti i Forgotten Realms a Netherwinter e darà a Sofina le vittime di cui ha bisogno per il suo esercito. In cambio, riesce a fuggire con le ricchezze che gli altri signori stanno portando.

I loro piani vengono sconvolti da Edgin Darvis (Chris Pine) e dal suo eterogeneo gruppo di ladri, che riescono a dare i guadagni illeciti di Forge alla gente di Netherwinter e sconfiggono Sofina in battaglia. Edgin aveva delle ruggini personali con la coppia di cattivi: era un ex Harper che finì in prigione dopo essere stato sconfitto da Forge e Sofina. Non solo, sua moglie è stata uccisa dai Maghi Rossi! Ma Edgin non è l’unica persona la cui vita è stata influenzata dalle macchinazioni di Tam. Il paladino Xenk Yandar (Rege Jean-Page) era uno dei pochi cittadini sopravvissuti di Thay che riuscì a fuggire dalla terra prima che Tam la conquistasse. Yandar aiuta Edgin ei suoi amici a recuperare l’Elmo della Disgiunzione, che gioca un ruolo importante nella loro vittoria su Sofina, e consegna Forge alla giustizia.