Stephen King: i 10 peggiori adattamenti dai suoi romanzi

Ecco i 10 peggiori adattamenti cinematografici - secondo IMDb - tratti dall'opera del maestro del brivido Stephen King.

2299

Stephen King è universalmente riconosciuto come il “maestro del brivido”, autore di romanzi che, oltre ad aver riscosso un incredibile successo, si sono trasformati negli anni in veri e proprio cult letterari. Molto spesso, i suoi romanzi sono stati oggetto di trasposizioni cinematografiche che – seppur non sempre fedelissime al materiale di partenza – sono state comunque molto apprezzate da critica e pubblico, basti pensare a Carrie – Lo sguardo di Satana, Shining, Stand by Me – Ricordo di un’estate, Misery non deve morire, Le ali della libertà, Il miglio verde e il più recente IT

Altre volte, purtroppo, alcuni adattamenti delle sue opere si sono rivelati estremamente deludenti, lasciando un’impronta tutt’altro che duratura nella storia della settima arte. Ecco di seguito i 10 peggiori adattamenti cinematografici – secondo IMDb – tratti dall’opera del prolifico scrittore del Maine:

8I racconti di Quicksilver

 

Un adattamento – destinato al piccolo schermo – che unisce il lavoro di due autori all’interno di un unico film. È infatti basato su  Libertà agli oppressi di Clive Barker e Denti chiacchierini di Stephen King. Si tratta di un film a episodi legati tramite una una storia principale che serve come presentazione ai due segmenti basati sulle opere citate poc’anzi e che vede Christopher Lloyd (il celebre Doc della saga di Ritorno al futuro) nel ruolo di un uomo che lavora ad uno spettacolo itinerante e che racconta storie dell’orrore alla gente che incontra. Assolutamente dimenticabile…