Emily in Paris, la serie tv Netflix: trama, cast e anticipazioni

299
emily in paris
Lily Collins, dalla serie Emily in Paris

Il mondo dell serie tv è sempre ricco di contenuti pronti ad accontentare spettatori di ogni genere e età e con gusti assai diversi. Tuttavia, da un po’di anni a questa parte, si sentiva la mancanza di una serie romantica e frizzante, glamour e irriverente, un po’ alla Sex And The City. A riempire questo vuoto ci pensano Darren Star e Netflix, autori di un piccolo gioiellino a puntate dal titolo Emily in Paris.

Convinto, se non di eguagliarne il successo, di traghettare Sex And The City nel futuro, Darren Star, produttore dell’iconica serie sulle quattro amiche newyorkesi, crea per Netflix una nuova serie glamour con Lily Collins nei panni della protagonista.

Emily in Paris trama

Emily Cooper (Lily Collins) è una ventenne o giù di lì che vive a Chicago e lavora in un’agenzia di marketing. Responsabile della comunicazione e in particolar modo di social network, Emily è il braccio destro di Madeline Wheeler (Kate Walsh), a capo dell’azienda. Quando la società acquisisce una piccola azienda francese e Madaline scopre di essere incinta, Emily viene inviata a Parigi come sostituta del suo capo per supportare il nuovo team.

Entusiasta all’idea di lavorare per un anno a Parigi, la più romantica città del mondo, in vista di una promozione al suo rientro, Emily decide di trasferirsi e stravolgere la sua vita. Nonostante quindi le riserve del suo ragazzo Doug (Roe Hartrampf), l’intraprendente Emily Cooper parte e comincia la sua nuova avventura parigina.

Mai uscita dagli States sin da quando era bambina, la ragazza è emozionata ed eccitata all’idea di questa nuova opportunità lavorativa. Tuttavia, Emily scoprirà presto che le sue fantasie sono molto distanti dalla realtà. Inviata in Francia per fornire all’agenzia il punto di vista americano a Parigi, la ragazza capisce subito che la strada per lei sarà tutta in salita.

Si comincia con il suo delizioso appartamento in un meraviglioso palazzo storico parigino ma che si trova al quinto piano senza ascensore e ha delle tubature che risalgono ai tempi della Grande Guerra. Come se già questo non bastasse, Emily non conosce che poche parole in francese e nessun parigino sembra disposto a facilitarle le cose comunicando in inglese. Ma se acquistare una brioche non è poi così complicato anche se non si parla francese, lavorare in posto dove nessuno ti capisce o vuole capire, è tutta un’altra storia.

Emily in Paris cast

La Savouir è una nota agenzia di comunicazione di Parigi che lavora solo con clienti facoltosi e brand esclusivi ed è guidata dalle sapienti mani di Sylvie (Philippine Leroy-Beaulieu). Mentre Emily sembra fin troppo entusiasta di questo nuovo lavoro, Sylvie e il suo team sono di tutt’altro avviso.

Tutti sono estremamente chic e snob e il loro atteggiamento verso Emily è di totale indifferenza se non quasi di disgusto. Vista come la rozza americana irrispettosa e incompetente nel campo dei luxury brand, Emily dovrà farsi in quattro per dimostrare quanto vale. La ragazza, infatti, non è solo un bel faccino con delle gambe lunghissime ma una vera forza della natura.

Decisa a non farsi scoraggiare dal rude comportamento del suo capo e dei suoi tirapiedi Luc (Bruno Gouery) e Julien (Samuel Arnold), Emily comincia a esplorare la città e crea un nuovo account Instagram chiamato Emily in Paris. Per riuscire, infatti, a creare delle strategie social efficaci per i suoi nuovi clienti parigini, la ragazza deve imparare a conoscere la città e le persone che la abitano, attingendo dalla quotidianità e dalla vita mondana.

View this post on Instagram

Gabriel answers the door and asks you this qq, wyd?

A post shared by Emily In Paris (@emilyinparis) on

Nonostante però la città sia così bella ed eccitante, Emily non può che sentirsi sola in un ambiente dove ancora non conosce nessuno. Ma proprio quando la ragazza sembra pronta ad abbandonarsi allo sconforto, incontra al parco la spumeggiante Mindy Chen (Ashley Park), una tata che sogna di fare la cantante.

Grazie alla sua nuova amica, pronta a sostenerla, Emily si lancia a capofitto nel suo nuovo lavoro, decisa a dimostrare a quei francesi fin troppo snob quanto vale. Pian piano quindi arrivano per Emily i primi incarichi, le prime piccole soddisfazioni e nuove conoscenze interessanti. Tra queste spicca Gabriel (Lucas Bravo), il suo sexy vicino di casa, gentile e fin troppo disponibile…

Emily in Paris 2: a quando la seconda stagione?

Ideata da Darren Star, la nuova serie Emily in Paris, lanciata da Netflix lo scorso 2 ottobre, è già finita nella top 10 dei titoli italiani della settimana. Gli utenti, infatti, sembrano assai incuriositi da questo prodotto a metà strada tra Sex And The City e Il Diavolo Veste Prada.

Ma questa non è solo una serie adatta solo ai festaioli amanti del glam; uno degli aspetti più interessanti, infatti, è il ruolo affidato ai social media che sembrano essere i veri protagonisti della storia. Si parla di strategie di marketing, di comunicazione e di come il mondo dei social e degli influencer abbiano cambiato il modo di fare pubblicità.

https://www.instagram.com/p/CF0Xo5tHKty/?utm_source=ig_web_copy_link

Al giorno d’oggi sembrano tutti disposti a demonizzare i social media come gli artefici della disfatta di un’intera generazione. La serie di Darren Star offre invece un punto di vista alternativo in cui i social media sono uno strumento potente ma controllabile ed estremamente utile per una comunicazione diretta e globale. Emily non è la solita influencer con idee stantie, più interessata a far soldi che a pubblicare contenuti smart e accattivanti. La protagonista è una giovane donna intelligente, sicura di sé ma non arrogante, competente, coraggiosa e al passo coi tempi.

In Emily in Paris assistiamo a un vero e proprio scontro generazionale dove la vecchia guardia è restia al cambiamento mentre i giovani sembrano aperti ad abbracciare tutti i nuovi strumenti di comunicazione. Avvicinare questi due mondi è complicato ma non impossibile; del resto, cambiare non vuole dire svendere la propria identità ma semplicemente evolvere in qualcosa di migliore.

Questi i temi principali della serie che, pur muovendosi in una Parigi piena di cliché, funziona alla perfezione. Il grande successo ottenuto fa infatti già pensare a una seconda stagione che potrebbe essere annunciata entro la fine dell’anno.

Emily in Paris streaming

La nuova serie dal titolo Emily in Paris, scritta e ideata da Darren Star, è disponibile dal 2 ottobre 2020 sulla piattaforma streaming a pagamento di Netflix. I 10 episodi della serie fanno parte del catalogo Netflix e resteranno a disposizione degli utenti che potranno scegliere tra diverse opzioni linguistiche sia per l’audio che per i sottotitoli.

Vi lasciamo adesso al trailer di Emily in Paris. Enjoy!

 

Fonte: IMDB