swagger

Arriva il 29 ottobre in esclusiva su AppleTV+ la nuova serie originale che la piattaforma ha affidato al genio di Reggie Rock Bythewood, si intitola Swagger e ci accompagna un po’ per mano, un po’ a spintoni, nel mondo del basket giovanile. Seguendo la parabola sportiva di Jace Carson (Isaiah Hill), teenager atleta molto promettente, Swagger ci accompagna tra spogliatoi, palestre, scuole e uffici di rappresentanti sportivi, insomma, tutti gli ambienti che accolgono il giovane Jace a caccia del suo sogno di giocare nel NBA.

 

Abbiamo avuto il piacere di incontrare (anche se attraverso uno schermo, con chilometri di Oceano Atlantico a dividerci) i protagonisti di questa storia, che svelano immediatamente il segreto di Swagger: la serie vede trai produttori esecutivi la stella Kevin Durant, alla cui giovinezza è ispirata la storia che ci viene raccontata.

Tristan Mack Wilds è Alonzo in Swagger

Tristan Mack Wilds, che interpreta il personaggio di Alonzo, è stato però molto chiaro in merito a questa ispirazione dalla vita vera. Secondo Wilds, infatti, tutta la storia è una riscrittura dell’esperienza di Durant, così ci troviamo di fronte personaggi che, seppure basati su persona reali, sono comunque il risultato di una elaborazione, prima in fase di scrittura e poi in fase di costruzione del personaggio stesso. Secondo Wilds, l’ispirazione per il suo personaggio è “un’amalgama di diversi personaggi, si rifà a quei giovani che hanno grandi idee ma nessuno li ascolta, principalmente però ho fatto tante ricerche su Sonny Vaccaro, guardando documentari e leggendo libri sulla sua carriera. Guardare come si è mosso nella struttura amministrativa della Nike, e come ha messo a punto contratti personalizzati con atleti del calibro di Michael Jordan o Coby Briant. È stato sicuramente la persona a cui mi sono ispirato e che ha cercato di capire cosa accadeva dietro alle porte chiuse, che ha creato il pandemonio dietro alle scarpe da ginnastica.” E proprio nei giorni in cui le nuove Jordan vanno a ruba anche in Italia, si capisce perfettamente a quale “pandemonio” Wilds si riferisca.

Quvenzhané Wallis e Caleel Harris sono Crystal e Musa in Swagger

Swagger vede nel cast anche una serie di giovani talenti, trai quali Quvenzhané Wallis (che abbiamo amato, molti anni fa in Re delle Terra Selvaggia) e Caleel Harris, che interpretano rispettivamente Crystal e Musa.

Harris ha pochi dubbi, quando gli viene chiesto il motivo del suo sì a questo progetto: “Per Reggie, quando ci siamo incontrati mi ha portato nel suo ufficio e mi ha presentato così dettagliatamente il progetto, e poi ne era così appassionato, che sapevo che sarebbe stato speciale. Poi ho detto sì anche per via del basket, volevo sfidarmi e imparare qualcosa in cui non ero bravo. Mi sono ispirato a Michael B. Jordan che si è completamente trasformato per Creed, sono molto contento perché credo che il mio sforzo sia valso la pena, credo che sia venuto poi fuori un bel lavoro.”

Diverso per Wallis che, dopo l’esordio folgorante con tanto di nomination agli Oscar nel 2013, ha quasi smesso di lavorare: “Per me è stato un progetto provvidenziale, era un periodo difficile perché non stavo lavorando molto, facevo audizioni ma non andavano mai bene, continuavo a ricevere dei rifiuti. È stato difficile, non dico che ho mollato ma ho cominciato a cercare altre strade. Poi è arrivata l’audizione per Swagger ed ero molto titubante per prevedeva che sapessi giocare a basket, non sapevo farlo, ero molto indecisa ma per fortuna mia madre mi ha convinta a fare l’audizione. Poi ho parlato solo una volta con Reggie, e mi ha dato così tanta fiducia, si è mostrato così appassionato per il progetto e mi ha detto da subito che io ero Crystal. Non c’è stato più verso di potermi dire di no.”

O’Shea Jackson Jr. è Ike in Swagger

Non c’è però squadra che tenga senza un allenatore che riesca a tenere testa e a guidare questi giovani talenti del parquet. O’Shea Jackson Jr. interpreta Ike, una piccola leggenda del basket a cui viene affidato il talento del protagonista Jace.

“Molte relazioni tra persone che si incontrano a un certo punto della vita sono sempre complicate. Non si tratta di qualcuno con cui sei cresciuto, ma di qualcuno che piomba nella tua vita di punto in bianco – ha detto Jackson, in merito alla relazione tra Ike e Jace – C’è sempre una quantità di rispetto che va guadagnata, da entrambe le parti. Io ho sempre lavorato con persone con le quali c’era una certa chimica, ma sapevo che qui era più importante perché con Isaiah (R. Hill, ndr) dovevo avere una relazione che fosse da una parte di competizione, ma dall’altra di maestro e allievo, che poi si trasformava in una relazione conflittuale e poi in una relazione padre/figlio. È eccitante per me essere in un momento della mia carriera in cui qualcuno mi chiede consigli e Isaiah è un ragazzo speciale, mi ha chiesto tanti consigli e dritte. Per me è stata una responsabilità molto importante e sarò sempre qui per lui. Penso che le persone vedranno una vera amicizia tra me e lui, un’amicizia cresciuta mentre lavoravamo insieme.”

Swagger
O’Shea Jackson Jr. e Isaiah Hill in ‘”Swagger”
Photo Credit: Courtesy of Apple

Shinelle Azoroh è Jenna in Swagger

Shinelle Azoroh interpreta la madre di Jace, Jenna, e ovviamente per costruire questo personaggio, l’attrice ha studiato qualche filmato di repertorio e interviste che vedevano protagonista la mamma di Kevin Durant, tuttavia il personaggio di Jenna è anche il risultato di elementi universali e del talento dell’attrice che è riuscita a dare un volto omogeneo a tutti gli spunti per il personaggio. Parlando di Jenna, Azoroh spiega: “Lei è consapevole che suo figlio è molto talentuoso, ma sa anche che spesso le giuste decisioni sono fondamentali, più del talento. Jenna lo valorizza, gli riconosce il suo talento istintivo, ma sa anche che quel talento va indirizzato e coltivato, fatto crescere con le decisioni giuste. Più in fondo, è una mamma che considera suo figlio ancora piccolo e vuole ancora proteggerlo da tutto il mondo che a breve lo divorerà. Vuole dirgli che deve occuparsi di lui ancora per un po’.”

Reggie Rock Bythewood mente dietro a Swagger

A capo di questa grande famiglia che è Swagger c’è Reggie Rock Bythewood, ideatore, sceneggiatore, produttore, regista, mente unica dietro al lavoro di molti. Proprio sul lavoro di squadra, Bythewood fonda il successo della sua serie: “Volevo realizzare qualcosa che fosse elevato, quindi ho deciso di costruire una writers room di grande talento. Qualche mio collaboratore gioca a basket, due di loro sono portoricani, uno è un genitore, ci sono donne molto in gamba, c’era una ricca varietà di persone. La diversità di questo gruppo è diventata la ricchezza della nostra sceneggiatura, per riuscire a trovare una scrittura che fosse interessante per i nostri spettatori e per lo show. Abbiamo cercato di essere all’altezza delle aspettative e di essere il più inclusivi possibile.”

Swagger è l’ennesimo prodotto Appletv+ che conferma l’attenzione della piattaforma per la diversificazione del prodotto e l’attenzione a un pubblico sempre più vario e ricco. In merito a questo ambiente così attento alla diversità, Bythewood ha dichiarato: “Credo sia importante riflettere il mondo in tutta la sua varietà. Quando ho cominciato a lavorare, era difficile trovare persone come me che operavano in questo campo, ma le persone hanno sempre voluto ascoltare nuove storie da tanti punti di vista, e credo che sia un grado superiore di consapevolezza quello che stiamo raggiungendo.”

Swagger è disponibile su Appletv+ dal 29 ottobre con i primi 3 episodi e poi con un episodio a settimana, ogni venerdì, fino al 17 dicembre 2021.