“Questo è il Re. E’ quello che devi catturare” The Walking Dead 4×06 Sesto appuntamento con la serie TV più famosa degli Stati Uniti! Questa settimana abbiamo a che fare con un episodio anomalo, il primo vero “spin-off” da quando The Walking Dead viene trasmesso in diretta televisiva. Con “Esca”, infatti, torniamo indietro nel tempo, esattamente dopo la distruzione della città di Woodbury, e seguiamo il cammino intrapreso dal nemico numero uno di Rick Grimes (Andrew Lincoln): il governatore (David Morrissey).

Il filo riprende qualche giorno dopo la battaglia nella prigione, quando Philip, colto da un momento di pazzia, fa una strage dei suoi uomini, uccidendo praticamente tutta la popolazione di Woodbury. Ormai esausto e in piena crisi emotiva, il protagonista speciale dell’episodio vaga senza meta per un paio di mesi, finché non si imbatte in una piccola famiglia (due sorelle, la figlia piccola di una delle due e il padre delle ragazze in fin di vita a causa di un cancro ai polmoni) nascosta in uno squallido appartamento. Philip chiede vitto e alloggio. Lo riceve, ma solo per una notte. Ben presto il governatore fa amicizia con la più piccola del gruppo, Megan, che tanto assomiglia alla vera figlia dell’ex sindaco di Woodbury. La quiete, tuttavia, dura poche ore. Il vecchio (nonostante lo stesso Philip rischi la vita per procurargli una bombola d’ossigeno) passa a miglior vita, si trasforma in un azzannatore e viene ucciso di nuovo poco prima di poter mordere una delle due ragazze.

A questo punto, le due sorelle e la piccola Megan decidono di andarsene per sempre dall’appartamento, scappando insieme al Governatore che, titubante, accetta. I nostri protagonisti viaggiano a bordo di una roulotte alla ricerca di un posto sicuro, finché non rimangono a corto di benzina. Costretti a proseguire a piedi, durante il cammino si imbattono in un branco di Zombie i quali, avvertita la presenza umana, cominciano ad agitarsi. Philip prende in braccio la bambina e comincia a correre, raggiungendo una prateria priva di alberi. Qui, entrambi cadono all’interno di un fossato (quella stessa trappola che gli uomini del governatore avevano progettato per catturare i Non-Morti, ricordate?). Colpo di scena finale: dall’alto verso il basso, Ramirez, il più devoto dei soldati di Woodbury, nota con sorpresa Philip, incredulo di vederlo ancora vivo.

walking-dead-2

Voto positivo per l’esperimento di Darabont: ripercorrere i passi del nemico numero uno dei nostri veri protagonisti non è un errore, anzi. Attraverso questo racconto, possiamo comprendere l’evoluzione psicologica del governatore. Considerando, poi, che la puntata precedente terminò proprio con Philips che adocchiava da lontano la prigione, è alquanto probabile che anche il prossimo episodio sarà incentrato sulla figura dell’ex padrone di Woodbury. Sarà cambiato davvero? Oppure tramerà la vendetta perfetta nei confronti di Rick?

The Walking Dead 4

The Walking Dead 4 è la quarta stagione della serie tv The walking Dead ideata dal regista Frank Darabont e basata sull’omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman e trasmessa dal canale americano AMC.

In The Walking Dead 4 protagonisti sono Rick Grimes interpretato da Andrew Lincoln, Lori Grimes interpretata da Sarah Wayne Callies, Andrea interpretata da Laurie Holden, Glenn Rhee interpretato da Steven Yeun, Carl Grimes interpretato da Chandler Riggs, Daryl Dixon interpretato da Norman Reedus, Carol Peletier interpretata da Melissa McBride, Merle Dixon interpretato da Michael Rooker, Morgan Jones interpretato da Lennie James, Hershel Greene interpretato da Scott Wilson, Maggie Greene interpretata da Lauren Cohan, Beth Greene interpretata da Emily Kinney, Michonne interpretata da Danai Gurira e Philip Blake/Il Governatore interpretato da David Morrissey.

Nei ruoli ricorrenti troviamo Judith Grimes interpretata da Cailey Fleming, Tyreese Williams interpretato da Chad Coleman, Sasha Williams interpretata da Sonequa Martin-Green.

La serie racconta di Rick Grimes è un vice-sceriffo della Georgia che viene ferito in servizio durante uno scontro a fuoco. Al suo risveglio in ospedale si rende tuttavia conto che il virus che sembrava essere stato messo sotto controllo poco prima del suo incidente ha preso piede risvegliando i morti, che si tramutano in degli zombie che attaccano i vivi. Riuscito ad uscire dalla città e riunitosi alla sua famiglia e ad altri superstiti, Rick guiderà il suo gruppo alla ricerca di un luogo sicuro scoprendo presto che la minaccia maggiore non sono le diaboliche creature ma gli esseri umani rimasti, guidati unicamente dall’istinto di sopravvivenza.