Utopia serie trailer

Non ci interrogheremo troppo sul senso di fare un remake di una serie tv recente e anche considerata un piccolo cult di nicchia, fatto sta che il 30 ottobre arriva su Amazon Prime Video Utopia, la nuova serie statunitense, remake di quella britannica del 2013. Ideata da Gillian Flynn la serie è ambientata in un mondo che somiglia molto al nostro, in un universo che rasenta la distopia, più che l’utopia del titolo e nel quale non faticheremo ad immedesimarci, date le condizioni attuali del mondo un cui viviamo.

 
 

La trama di Utopia

Quello che si può definire un thriller cospirativo segue le vicende di un gruppo di nerd che hanno intenzione di salvare il mondo, lo stesso mondo che sembra non avere posto per loro, che sono bizzarri e insoliti. Ma da cosa cercano di salvare l’umanità? Tutti loro sono appassionati di fumetti e si sono conosciuti online grazie all’ossessione comune per “Utopia”, una graphic novel che secondo la loro convinzione, dovrebbe predire il destino della Terra che è destinata a finire a causa di una epidemia (maddai!). Quando Ian (Dan Byrd, Cougar Town), Becky (Ashleigh LaThrop, Il metodo Kominsky), Samantha (Jessica Rothe, Auguri per la tua morte), Wilson Wilson (Desmin Borges, You’re the Worst) e Grant (Javon ‘Wanna’ Walton, Euphoria) scoprono messaggi nascosti nelle pagine di “Utopia” i quali predicono una minaccia per l’umanità, si rendono conto velocemente che non si tratta solo di un complotto, ma di pericoli reali nel loro mondo. Il gruppo si imbarca così in un’avventura che lo porta a ritrovarsi faccia a faccia con la protagonista del fumetto, Jessica Hyde (Sasha Lane, Hellboy), la quale si unisce alla loro missione per salvare il mondo mentre ha i propri segreti da nascondere.

utopia serie tv 2020Nessuno è al sicuro, nessuno e insospettabile. Utopia è una serie che non fa sconti a nessuno e che si trova a fare i conti con un pubblico che probabilmente si identificherà nei protagonisti, per quanto strambi possano essere. La serie infatti racconta di nerd che si prendono terribilmente sul serio, con conseguenze anche molto gravi e sanguinose. E il target dello show è proprio quello di appassionati di cultura geek, lettori di fumetti, fruitori seriali compulsivi, persone che in qualche modo vengono percepite come strambe e che nel mondo di Utopia sono la normalità.

Thriller dalla penna di Gillian Flynn

Per questo la serie di Gillian Flynn può rappresentare un rifugio sicuro, un posto in cui sentirsi a casa, anche se si tratta di una casa inquietante e in cui si sospetta che tutti possano volerci uccidere. A fronte di questo grande pregio e di una scrittura sicuramente intelligente anche se non sempre brillante, la serie si rivela però autoreferenziale, epurando ogni traccia di ironia british che c’era nell’originale e scegliendo un tono più cupo e serio, che sicuramente non giova alla fruizione. Buono invece il cast, che proviene dagli angoli più disparati della serialità recente, oltre ovviamente a John Cusack, volto noto e qui interprete di uno dei personaggi più sfaccettati e complessi dell’intera serie. Neanche a dirlo, porta a termine in suo compito con grande mestiere.

Forse troppo estrema per i tempi in cui viviamo, Utopia non mancherà di esercitare un certo fascino sullo spettatore più irrequieto, che cerca teorie cospirazioniste dietro ogni angolo e avvenimento del nostro mondo. Naturalmente questo non è un bene, per cui, se vi accingete alla visione della serie, maneggiatela con cura, potrebbe causare incubi ad occhi aperti!

RASSEGNA PANORAMICA
Chiara Guida
Articolo precedenteThe Crown 4, il nuovo trailer della serie Netflix
Articolo successivoSupernatural 15×18: promo e trama dall’episodio
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.