Piovono-Polpette-2In questi tempi bui di crisi economica, quando la fame nel mondo sembra essere ancora un calvario della nostra civiltà, ecco che l’idea di trasformare l’acqua in cibo appare come un vero e  proprio miracolo. Ma cosa succederebbe se un giorno, aprendo la finestra, ci si trovasse davanti ad una pioggia di hamburger e polpette di carne? Niente di nuovo in realtà, soprattutto nella recente memoria cinematografica, poiché i più ricorderanno subito l’esilarante Piovono polpette, strepitoso successo di animazione del 2009 targato Sony Pictures Animation. Le vicende dello scapestrato scienziato Flint Lockwood, inventore del congegno in grado di mutare in cibo i liquidi e delle sue apocalittiche vicessitudini meteo-culinarie, hanno generato un vero e proprio fenomeno di massa negli Stati Uniti e nel mondo, con un incasso oltre $243 milioni di dollari e un franchising di tutto rispetto nei confronti del romanzo d’origine Cloudy with a Chance of Metaballs scritto da Judi Barrett ed illustrato dal marito  Ron. Affidata alla sapiente direzione di Phil Lord e Chris Miller, la pellicola ha saputo affascinare grandi e piccini, con la sua strepitosa contaminazione di generi e citazionismo cinematografico, che dire esplicito è ben poco.

 

piovono-polpette-2Ora, ad oltre quattro anni dal suo debutto, ecco che si preannuncia imminente l’uscita del gustosissimo sequel Piovono polpette 2 – La rivincita degli avanzi (un sottotitolo che è tutto un programma !) in cui assisteremo con gioia al ritorno del nostro fido dottor Flint, questa volta impegnato ad unirsi al team della Live Corp Company. Questa associazione, il cui compito è quello di migliorare la qualità della vita sulla terra, ben resto dovrà far fronte ad un terribile quanto grottesco imprevisto: la vecchia invenzione di Flint, ancora attiva, sta creando terribili e famelici animali fatti di cibo, gli Animacibi! Ed ecco che i nostri baldi eroi, capitanati dall’idolo di Flint Chester V, si troveranno a dover combattere contro Tacodrilli, Orangamberi, Torte a Sonagli, Spiderburgher, e chi più ne ha più ne metta. Insomma, una grande attesa per un secondo capitolo ricco di colpi di scena e di irriverenti occhiate ai celebri kaiju-eiga (film di mostri) giapponesi e del loro capostipite Godzilla. Il progetto, inizialmente annunciato già all’inizio del 2010, ha seguito un percorso abbastanza tortuoso, soprattutto dopo la notizia che Lord e Miller non avrebbero più tenuto le redini della pellicola, la quale sarebbe rimasta per oltre un anno in uno stato di abbandono, prima del  nuovo interessamento da parte della Sony Pictures e del suo comparto di animazione. Si decise fin da subito di non usare il seguito del libro dei coniugi Barrett, dal titolo Pickles a Pittsburgh, ma di creare una storia del tutto originale, nella quale ci fosse maggiore libertà creativa. A questo punto però, anche se il film aspetta ancora di essere proiettato, possiamo affermare che le premesse appiano tutt’altro che deludenti. La regia, questa volta affidata ai veterani Cody Cameron e Kris Pearn, si basa su una sceneggiatura di John Francis Daley e Jonathan M. Goldstein, la quale prende letteralmente vita grazie ai personaggi scaturiti dalla matita di Andrea Medina e gli storyboards di Ian Abando ed Elizabeth Ito.

piovono-polpette-2-bannerIl cast vocale rimane inalterato rispetto al primo capitolo, includendo Bill Hader alias Filnt, la camaleontica Anna Faris nel “ruolo” dell’amica Samantah, il mostro sacro James Cann nelle corde vocali di Tim Lockwood  e lo statuario Terry Crew come l’ombroso ufficiale Earl Devereaux. La versione italiana ritrova anch’essa le performances vocali di Oreste Baldini (Flint), Domitilla D’amico (Sam) e Angelo Nicotra (Tim). Una colonna sonora che si presenta come un valore aggiunto, se si tiene conto della presenza di una star di eccezione come Paul Mccartney che presta la sua verve alla partitura composta da Mark Mothersbaugh. Dunque, come si suol dire in questi casi, il piatto (o meglio, i sequel) è servito, e non resta che gustarselo appieno dal 25 dicembre nei cinema!