Daniel Radcliffe

Tutti l’abbiamo conosciuto come il maghetto con gli occhiali nato dalla penna di J.K. Rowling: parliamo di Daniel Radcliffe, protagonista della lunga e fortunata saga fantasy di Harry Potter che al momento rappresenta il primo e unico esempio di come un gruppo di giovanissimi attori possa essere letteralmente allevato fra le braccia di un franchise di successo, prima di spiccare il volo e incamminarsi verso una carriera cinematografica più adulta e coraggiosa.

Classe 1989, Daniel Jacob Radcliffe nasce a Londra il 23 luglio( pochi giorni prima della Rowling e di Harry Potter), figlio di un agente letterario e di un’agente di casting con all’attivo diverse collaborazioni per la BBC, entrambi con esperienze attoriali: proprio grazie alla BBC il piccolo Daniel debutta a soli 10 anni in David Copperfield, miniserie tratta dall’omonimo romanzo di Charles Dickens con Maggie Smith e Bob Hoskins dove interpreta il ruolo del giovane David; la sua prima apparizione sul grande schermo avverrà però nel 2001 con Il Sarto di Panama, pellicola di spionaggio tratta da un libro di John Le Carrè, nei panni del figlioletto dei protagonisti Geoffrey Rush e Jamie Lee Curtis.

Nello stesso anno, la vita del dodicenne Daniel cambia per sempre quando viene scelto per interpretare il personaggio di Harry Potter nel primo capitolo Harry Potter e la pietra filosofale, diretto da Chris Columbus, film che lancia ulteriormente la già notissima saga e trasforma Daniel in un volto familiare e inconfondibile.

Con la fama e la notorietà arrivano però i primi problemi scolastici: il ragazzino viene preso di mira dai compagni e riscontra inoltre grosse difficoltà nell’apprendimento, non riuscendo a conciliare il già svogliato studio coi nuovi ritmi di lavoro, decidendo in fine di affidarsi totalmente a istitutori privati: dopo le superiori, rinuncerà comunque ad iscriversi all’Università per concentrarsi unicamente sulla recitazione.

Daniel Radcliffe 3Mentre continua a girare i vari film di Harry Potter, Radcliffe cresce a vista d’occhio e soffre sempre di più per la febbre della notorietà, cadendo in una spirale di alcolismo che per 2 anni ( fra le riprese de Harry Potter e l’Ordine della Fenice e il Principe Mezzosangue) lo insegue persino sul set.

Nel 2007, arriva il momento delle prime audaci decisioni per la sua carriera: poco prima dell’arrivo in sala de l’Ordine della Fenice ( 2007) Daniel sale sul palcoscenico a Londra e poi a Broadway come protagonista in Equus, piece teatrale di Peter Schaeffer che lo vede recitare nel ruolo di uno stalliere ossessionato dai cavalli, in scene di nudo decisamente passionali; nello stesso anno torna sul piccolo schermo al fianco di Carey Mulligan e Kim Cattrall per il film tv My Boy Jack, dove interpreta il figlio dello scrittore Rudyard Kipling disperso a soli 18 anni poco dopo l’inizio della Prima Guerra Mondiale.

Con la conclusione definitiva dell’avventura del Maghetto, Radcliffe è finalmente libero di proseguire per la sua strada: la sua performance a Broadway nel musical How to Succeed in Business Without Really Trying riceve ottime critiche (anche un commosso Alan Rickman– interprete del Professore Piton in Harry Potter- non ha mancato di elogiare la sua performance ), ma la sua prima prova ufficiale post Potteriana sul grande schermo è in The Woman In Black, pellicola del 2012 tratta da uno spettacolo teatrale di successo che lo vede nei panni di un giovane avvocato e padre vedovo alle prese con le forze oscure di una vecchia villa infestata. Nello stesso anno, lavora con Jon Hamm ( Mad Men) alla miniserie tv A Young Doctor’s Notebook, dal romanzo di Mikhail bulgakov, nei panni di un giovane dottore russo alle prese col suo primo incarico: la sua performance ottiene ottime critiche e la serie viene presto rinnovata.

c

Nel 2013, è al Festival di Venezia per presentare Kill your Darlings, pellicola diretta da John Krokidas ambientata ai tempi della Beat Generation: nel film, che uscirà il 17 ottobre in Italia, Radcliffe interpreta il poeta Allen Ginsberg, assorbito dalla sperimentazione di sesso alcol e droghe proposta dal movimento Beat; arriverà invece nel 2014 l’horror Horns, diretto da Alexandre Aja e tratto dal romanzo La vendetta del diavolo di Joe Hill(figlio di Stephen King) dove avrà il ruolo di Ignatus “Ig” Perrish, giovane dotato di poteri demoniaci in cerca di vendetta per la morte della fidanzata.

Daniel Radcliffe 6In attesa di saperne di più su Frankestein, la nuova versione del mito creato da Mary Shelley diretta da Paul MaGuigan( la serie BBC Sherlock) dove vestirà i panni dell’assistente del Dottor Frankenstein ( James McAvoy) Igor, non possiamo che augurare buona fortuna a questo ragazzo tanto desideroso di abbracciare il mondo del cinema, e di crescere finalmente come attore al di là della grande fama già ricevuta in gioventù.

Articolo precedenteAlla ricerca di Jane Trailer italiano del film con Keri Russell
Articolo successivoRoboCop Teaser Trailer italiano del film con Joel Kinnaman
Nata a Palermo nel 1986 , a 13 anni scrive la sua prima recensione per il cineforum di classe su "tempi moderni": da quel giorno è sempre stata affetta da cinefilia inguaribile . Divora soprattutto film in costume e period drama ma può amare incondizionatamente una pellicola qualunque sia il genere . Studentessa di giurisprudenza , sogna una tesi su “ il verdetto “ di Sidney Lumet e si divide quotidianamente fra il mondo giuridico e quello cinematografico , al quale dedica pensieri e parole nel suo blog personale (http://firstimpressions86.blogspot.com/); dopo alcune collaborazioni e una pubblicazione su “ciak” con una recensione sul mitico “inception” , inizia la sua collaborazione con Cinefilos e guarda con fiducia a un futuro tutto da scrivere .