Nella notte tra il 10 e l’11 gennaio, domenica e lunedì prossimi, si aprirà ufficialmente la awards season, la stagione dei premi che coronano un anno di successi. Il mese più intenso per le star hollywoodiane parte proprio da qui, dalla cerimonia del Golden Globes 2016 che quest’anno arriva alla sua settantatreesima edizione. I premi, come sanno bene gli addetti ai lavori, sono riservati al meglio di cinema e televisione degli ultimi 12 mesi e sono assegnati da una giuria di giornalisti della stampa estera iscritti alla Hollywood Foreign Press Association, la HFPA. Golden Globes 2016 A sostituire Amy Poehler e Tina Fey, presentatrici delle ultime edizioni, ci sarà Ricky Gervais, da cui ci aspettiamo battute scomode e ironia pungente, nel suo caratteristico stile poco politicamente corretto.

 

LEGGI TUTTE LE NOMINATION

Ma, spettacolo a parte, begli abiti, sfilata di star, conduzione e menù, quello che ci interessa davvero sono i premi che verranno consegnati durante la serata. Relativamente indicativi anche per i premi che verranno poi assegnati nel corso nel mese di febbraio che culminerà con la cerimonia dei premi Oscar, i premi aprono le porte delle scommesse e delle ipotesi. Ecco le nostre per i Golden Globes 2016.

Miglior film drammatico: quattro dei nominati in questa categoria concorrono anche per la migliore regia, con l’eccezione di Room. Il caso Spotlight dovrebbe continuare a dominare le preferenze, ma The Revenant potrebbe essere colui che darà del filo da torcere al film inchiesta.

Miglior film comedy o musical: La Grande Scommessa dovrebbe battere facilmente la concorrenza degli altri quattro candidati, dal momento che ambisce addirittura ad arrivare agli Oscar.

Miglior attore drammatico: tutti amano Eddie Redmayne, e anche Bryan Cranston è decisamente amato da critica e pubblico dopo il suo magnifico Walter White di Brekaing Bad, ma questo è l’anno del “redivivo” Leonardo DiCaprio.

Miglior attore comico: la lotta ci sarà tra Steve Carrell e Christian Bale per La Grande Scommessa, probabilmente gli altri sono solo felici di essere presenti.

Miglior attrice drammatica: nonostante la bravura di Vikander, Blanchett e Mara, Brie Larson, per Room, dovrebbe avere il premio in tasca, insidiata solo, forse, da Saoirse Ronan con Brooklyn.

Miglior attrice comica: Jennifer Lawrence non sembra avere grossi rivali, ma dato che la HFPA l’ha già premiata due volte, l’attrice potrebbe lasciare il posto all’amica Amy Schumer, vera it girl del 2015 con Un disastro di ragazza. Il premio dei sogni, però, andrebbe a Maggie Smith per The Lady in the Van.

Miglior attore non protagonista: la categoria è quanto mai incerta, anche se Sylvester Stallone per Creed e Mark Rylance per Il Ponte delle Spie potrebbero avere una possibilità in più.

Migliore attrice non protagonista: probabilmente Alicia Vikander per Ex-Machina sarà molto premiata durante questo mese, e scommettiamo che anche i giurati della HFPA cederanno al fascino di questa minuta attrice che viene dal Nord Europa, magari anche a risarcimento della doppia nomination nella categoria per l’attrice drammatica.

Migliore regia: il meccanismo di assegnare premi per i meriti passati questa volta non funzionerà. Inarritu ha perso il suo Globe lo scorso anno e non lo vincerà nel 2016 perché la categoria è saldamente nelle mani di George Miller (speriamo).

Miglior sceneggiatura: il premio dovrebbe essere nelle mani di Aaron Sorkin per Steve Jobs, supponendo poi che Il caso Spotlight e La Grande Scommessa si spartiranno i premi per i migliori film. Per Tarantino invece potrebbe esserci spazio, ma sarebbe un po’ avido da parte sua, non credete?

Miglior film d’animazione: Inside Out.

Miglior film straniero: Son of Saul sembra il favorito, anche se anche Mustang è stato molto apprezzato negli States.

Miglior colonna sonora: sarebbe l’opportunità giusta per il nostro Ennio Morricone di vincere il terzo Golden Globe in carriera, in attesa di un agognato e meritato riconoscimento sul campo agli Oscar 2016.

Miglior canzone originale: See You Again di Fast and Furius 7 sembra avere il globo in tasca, non stiamo troppo a sindacarne le motivazioni.

Non ci resta che aspettare domenica (o meglio, lunedì mattina) e scoprire a chi saranno assegnati i Golden Globes 2016.

L’appuntamento, per chi volesse, è in diretta su Sky Atlantic.