La battaglia di Hacksaw Ridge film

Esistono innumerevoli storie, più o meno note, che si possono raccontare sulla Seconda Guerra Mondiale, offrendo punti di vista sempre nuovi di tale traumatico evento. Per il suo ritorno dietro la macchina da presa, il premio Oscar Mel Gibson ha deciso di raccontare quello di Desmond Doss, primo obiettore di coscienza a ricevere la medaglia d’onore, nel film intitolato La battaglia di Hacksaw Ridge (qui la recensione).

 

Acclamato dalla critica, che l’ha definito un glorioso film di guerra devoto ai valori fondanti dell’umanità, il film si è rivelato anche un grande successo di pubblico. A fronte di un budget di 40 milioni, l’incasso globale si è infatti assestato intorno ai 175 milioni di dollari. Il film ha inoltre guadagnato sei nomination al premio Oscar, tra cui miglior film, miglior regia e miglio attore protagonista.

Nella rappresentazione della vera storia di Desmond, nonostante alcuni “tradimenti” attuati per fini cinematografici, gli autori si sono assicurati di essere il più accurati possibile. Rendere onore al soldato, come anche ai valori da lui espressi, era per loro il compito più importante. Di seguito, dopo una breve panoramica sulla trama e sul cast, si riporteranno dunque alcune delle principali differenze tra il film e la storia vera.

La battaglia di Hacksaw Ridge: la trama e il cast del film

Il film si svolge nel corso del 1942. Il giovane Desmond Doss decide di arruolarsi nell’esercito come soccorritore militare. Durante l’addestramento fin da subito eccelle nelle prove fisiche ma al momento di imbracciare le armi, si rifiuta, intenzionato a rimanere fedele ai propri principi pacifici. Ciò lo porta inevitabilmente ad essere guardato con sospetto e disprezzo dai suoi commilitoni. Al momento di partire per la guerra, Doss e il suo plotone vengono condotti alla Battaglia di Okinawa per aiutare la divisione incaricata di sorvegliare la scarpata di Maeda, detta “Hacksaw Ridge”. È qui, in mezzo alla brutalità della guerra, che Doss dimostrerà a tutti il proprio immenso valore.

Per dar volto al celebre soldato, è stato scelto l’attore Andrew Garfield, che ha così avuto modo di dar prova della sua maturità e del suo talento. Per la sua interpretazione, l’attore ha ricevuto la sua prima nomination all’Oscar come miglior attore. Il riconoscimento più grande, tuttavia, sono state le lodi del figlio di Doss, il quale ha ringraziato con commozione l’attore per l’accuratezza con cui ha dato vita sul grande schermo a suo padre.

Nel cast sono presenti anche gli attori Hugo Weaving, nel ruolo del padre di Doss, Vince Vaughn, in quelli del sergente Howell, Sam Worthington, in quelli del capitano Glover, e Teresa Palmer nei panni di Dorothy Schutte, moglie di Doss. Nei piani originali anche Gibson avrebbe dovuto comparire sullo schermo, ricoprendo il ruolo del sergente Howell. Egli preferì però rinunciare alla parte così da potersi concentrare meglio sulla regia del film, che considerava incentrato su un vero supereroe senza calzamaglia.

La battaglia di Hacksaw Ridge cast

La battaglia di Hacksaw Ridge: la vera storia dietro al film

Nato in Virginia nel 1919, Desmond Doss non hai mai realmente avuto l’aspetto del tipico soldato da guerra. Come rappresentato nel film, egli era infatti gracile e con un carattere particolarmente pacato. La sua più nota caratteristica è tuttavia quella di non aver mai imbracciato un’arma. Appartenente alla Chiesa Avventista del Settimo Giorno, Doss rifiutava categoricamente la violenza e, come mostra anche il film, considerava il comandamento “non uccidere” il più importante dei dieci. Tale presa di posizione portò realmente Doss a subire attacchi verbali e fisici dai suoi commilitoni, i quali lo vedevano come l’anello debole del gruppo.

Il film di Gibson esplora dunque in maniera piuttosto fedele l’origine delle convinzioni del soldato. Le differenze principali tra il film e la vicenda reale riguardano infatti il rapporto di Doss con l’amata moglie Dorothy. Nella pellicola, i due si incontrano in ospedale, dove lei lavorava come infermiera. Nella realtà, i due si conobbero in chiesa, per poi sposarsi nel 1942 e dare alla luce l’unico figlio nel 1946. Il film di Gibson, inoltre, accentua per fini drammatici il difficile rapporto tra Doss e suo padre. Per necessità, dovuta ai ristretti tempi cinematografici, si è inoltre preferito evitare il periodi della vita di Doss in cui prestò servizio come medico a Guam e nelle Filippine.

Questo avvenne prima della battaglia di Okinawa, che è ovviamente il culmine tanto del film quanto della carriera del soldato. Ad oggi non è stato ancora stabilito quanti uomini Doss abbia effettivamente salvato in quell’occasione. Egli affermò che erano circa cinquanta, ma i suoi compagni sostennero che si trattava di almeno il doppio. Per il film, Gibson trovò una via di mezzo stabilendo il numero a 75. Il film è poi preciso nell’indicare la data in cui a Doss fu consegnata dal presidente Truman la medaglia d’onore, il 12 ottobre del 1945. In quello stesso periodo Doss riportò delle ferite che lo costrinsero a congedarsi dall’esercito. Visse in tranquillità, insieme a sua moglie, fino al 2006, anno della sua morte.

La battaglia di Hacksaw Ridge: dove vederlo in streaming

Per gli appassionati del film, o per chi desidera vederlo per la prima volta, sarà possibile fruirne grazie alla sua presenza nel catalogo di alcune delle principali piattaforme streaming oggi disponibili. La battaglia di Hacksaw Ridge è infatti presente su Chili Cinema, Rakuten TV, Infinity, Tim Vision e Apple iTunes. In base alla piattaforma scelta, sarà possibile noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale al catalogo. In questo modo sarà poi possibile fruire del titolo in tutta comodità e al meglio della qualità video.

Fonte: IMDb, History vs Hollywood