La terra dei morti viventi film

Considerato un maestro indiscusso del genere horror, nonché il padre degli zombie al cinema, George A. Romero ha nel corso della sua carriera costruito una vera e propria mitologia su tale spaventosa creatura. Dopo aver esordito nel 1968 con il capolavoro La notte dei morti viventi, dove lo zombie si fa metafora di un popolo, negli anni il regista ha continuato a raccontare in maniera particolarmente critica la realtà socio-politica degli Stati Uniti. Nel 2005 torna al cinema con La terra dei morti viventi, quarto capitolo della sua saga, attraverso il quale si dimostra ancora una volta estremamente lucido nelle sue riflessioni, il più delle volte profetiche.

Con questo nuovo film, infatti, egli porta avanti discorsi relativi alla sopraffazione sui popoli più poveri, trattando anche tematiche come il terrorismo, la globalizzazione e la discriminazione razziale. Con questo nuovo capitolo Romero torna dunque ad intrattenere utilizzando il genere per poter diffondere riflessioni quanto mai attuali e urgenti. Ormai vera e propria leggenda, il regista ha potuto per questo film vantare il budget più alto tra i vari titoli della saga. Costato circa 19 milioni di dollari, La terra dei morti viventi è arrivato a guadagnarne circa 46 in tutto il mondo. Si tratta ancora oggi del maggior incasso nella serie dedicata agli zombie.

Ricco di riferimenti, omaggi e citazioni alla cultura popolare, il film è considerato uno dei migliori di Romero, che conserva ancora il gusto per la messa in scena e la sana paura. Titolo tutto da scoprire, conserva ancora un’inquietante attuale, specialmente alla luce dei recenti eventi che sconvolgono quotidianamente il mondo. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

La terra dei morti viventi: la trama del film

La storia del film si svolge in un contesto distopico, dove l’umanità è stata soggiogata da una massiccia invasione di zombie. I morti viventi camminano ora incontrastati per il pianeta, di fatto governandolo. I pochi sopravvissuti si sono dovuti riorganizzare in città fortificate sparse per gli Stati Uniti. Tra queste vi è Pittsburgh, che tenta continuamente di contrastare i tentativi degli zombi di invaderla. All’interno delle alte mura, la città vive però ulteriori problematiche. I ricchi e i potenti hanno infatti il privilegio di poter vivere in un lussuoso grattacielo, mentre il resto della popolazione risiede nelle zone squallide del posto. A governare su tutto ciò vi è Paul Kaufman, divenuto un crudele tiranno.

A rendere ancor più solida tale differenza di classe vi è la presenza di un imponente carro armato, rinominato Dead Reckoning. Tramite questo, gli umani possono muoversi attraverso le terre invase dagli zombi, cercando di recuperare viveri e medicinali per i più ricchi. A guidare tale mezzo vi è Riley Denbo, il quale durante l’ennesima uscita si accorge di un dettaglio particolarmente inquietante. Uno degli zombie, soprannominato Big Daddy, sembra essere diventato in grado di capire ed emulare i comportamenti degli umani. In seguito all’ennesimo massacro dei morti viventi, questo decide di guidare il suo popolo verso la battaglia decisiva contro gli umani. La sfida per la sopravvivenza avrà a quel punto davvero inizio.

La terra dei morti viventi cast

La terra dei morti viventi: il cast del film

Il film di Romero si avvale di diversi celebri interpreti del panorama cinematografico internazionale. Il primo di questi è il celebre Dennis Hopper, ricordato in particolare per il film Easy Rider, questi interpreta qui il personaggio di Paul Kaufman, il governante di Pittsburgh. Per tale ruolo, l’attore ha raccontato di essersi ispirato al Segretario della Difesa degli Stati Uniti Donald Rumsfeld, noto per essere stato promotore di tecniche di interrogatorio particolarmente aggressive e brutali. L’attore Simon Baker, noto per la serie The Mentalist, è invece Riley Dembo. Questi raccontò di aver accettato la parte principalmente per poter lavorare con Romero, come anche per recitare per la prima volta in un film horror. John Leguizamo è invece Cholo DeMora, vice-comandante del Dead Reckoning. L’attore Eugene Clark, celebre per numerosi film e serie tv di genere, è invece l’interprete dello zombie Big Daddy.

L’attrice italiana Asia Argento è invece la protagonista femminile nei panni della prostituta Slack, la quale stringerà alleanza con Dembo nel loro tentativo di salvarsi. Tom Savini, il truccatore e responsabile degli effetti speciali dei precedenti film della saga, compie invece una breve apparizione nei panni del motociclista zombie Blades. L’attore Simon Pegg e il regista Edgar Wright, autori del film L’alba dei morti dementi, sono invece stati invitati da Romero per interpretare in un cameo la parte dei due zombie usati per fare “foto ricordo”. In tal modo il regista ha voluto pubblicamente dimostrare il suo apprezzamento per l’opera dei due cineasti inglesi, fortemente ispirata dai film di Romero. Lo stesso Greg Nicotero, in seguito divento tra i produttori della serie The Walking Dead, è presente nei panni di uno zombie.

La terra dei morti viventi: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di La terra dei morti viventi grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Chili Cinema, Google Play e Apple iTunes. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di giovedì 11 marzo alle ore 21:15 sul canale Italia 2.

Fonte: IMDb