Dietro il nuovo meraviglioso film in animazione stop-motion Kubo e La Spada Magica c’è Laika, una società di produzione americana, che film dopo film ha portato questa tecnica allo stato dell’arte,  compiendo uno strabiliante salto avanti dal punto di vista tecnico ed espressivo. Attiva ormai da dieci anni, questa produzione ha sede in Oregon, a Hillsboro per la precisione.

 

travis-knightLaika, dal nome della prima cagnetta inviata nello spazio, è la realizzazione di un sogno meraviglioso che Travis Knight accarezzava fin da giovanissimo, quando nel garage della sua casa sperimentava la magia e il mistero dell’animazione a passo uno, emulando Ray Harryhausen e i grandi maestri dei paesi dell’est. Ma Travis ha avuto la grande fortuna di avere un papà che, oltre ad assecondare con entusiasmo le sue pulsioni espressive, lo ha anche sostenuto economicamente permettendogli di arrivare a gestire quel paese dei balocchi che oggi Laika rappresenta. Già, perché il padre di Travis è Philiph Knight, proprietario del colosso delle calzature sportive Nike. Nel 2005 il signor Knight entrò in partecipazione finanziaria con i Will Vinton Studios, società che realizzava spot commerciali e dove Travis cominciò a lavorare come animatore. Successivamente padre e figlio acquisirono completamente lo studio e fondarono Laika, dividendola in due dipartimenti, Laika Entertainment per la realizzazione di grandi film animati per il cinema e Laika/House destinata alla produzione di spot e contenuti commerciali.

Kubo e La spada Magicarecensione del nuovo film Laika

I primi due progetti che Laika mise in cantiere, oltre alla collaborazione nella produzione de La Sposa Cadavere di Tim Burton, furono un film in animazione 3D  Jack & Ben’s Animated Adventure e uno in stop-motion Coraline e La Porta Magica. Il primo non venne mai realizzato e il progetto fu completamente abbandonato, mentre il secondo, tratto da un romanzo di Neil Gaiman fu diretto da Henry Selick, coautore anni prima con Tim Burton di Tim Burton’s Nightmare Before Christmas e regista di James e La Pesca Gigante. Coraline ebbe un successo di pubblico e critica eccezionale e il suo stile nero, macabro, gotico, divenne il tratto distintivo della società di produzione guidata da Travis Knight, che da quel momento seguì i film in cantiere con la duplice veste di produttore e di capo animatore. Anche la tecnica della stop-motion, impiegata su quel primo fortunato lungometraggio, divenne l’altro elemento distintivo di Laika, il marchio di fabbrica.

laikaA Coraline seguirono Paranorman e Boxtrolls – Le scatole magiche. A ogni film le animazioni si sono arricchite e complicate, si sono moltiplicati i personaggi, le scene di massa, le ambientazioni, le azioni si sono evolute in maniera spettacolare, portando la stop-motion nella grande distribuzione e affiancandola ai prodotti delle grosse major di film animati, come Pixar Animation Studios o Dreamworks Animation.

Oggi Laika è una comunità di talenti creativi che hanno coronato il sogno folle di dare vita a creature inanimate scaturite dalla fantasia grazie al magico tocco delle loro mani. Ma è anche un laboratorio sofisticato in cui si sperimentano nuove tecniche, materiali e software.

Tutti i film realizzati da Laika sono stati candidati al premio Oscar e siamo sicuri che anche Kubo e La spada Magica, non mancherà al prestigioso appuntamento.

A lezione di stop motion con Stefano Bessoni

laika-travis-knightVolete provare a entrare nella grande famiglia Laika? Basta compilare il form sul sito ufficiale.

Se avete tanto talento e anche un po’ di fortuna, parlate perfettamente inglese, disegnate magnificamente o siete dei provetti e pazienti animatori, magari potremo leggere il vostro nome nei credits del prossimo sogno a passo uno guidato da Captain Travis.