Prova a prendermi film

Nel corso della sua lunga e gloriosa carriera il regista Steven Spielberg ha collaborato con innumerevoli celebri attori, divenuti grandi anche proprio grazie a lui. Tra questi si annovera anche il premio Oscar Leonardo DiCaprio. Già divenuto popolare in tutto il mondo grazie al film Titanic, a pochi anni da questo, nel 2002, si conferma un attore di grande talento grazie a Prova a prendermi, diretto proprio da Spielberg in quella che ad oggi è la loro unica collaborazione. Con questa hanno portato al cinema la vera storia di Frank Abagnale Jr., personalità tanto incredibile quanto cinematografica.

La sceneggiatura, scritta da Jeff Nathanson, è tratta dall’autobiografia che Abagnale pubblicò nel 1980 con il titolo di Catch Me if you Can. Nell’adattare tale testo, Nathanson diede vita a pochissime differenze, e quelle poche che attuò furono sempre realizzate con il consenso del vero Abagnale, che assistette al processo per garantirne la veridicità. Il film prese così forma, con location individuate in oltre 140 località tra gli Stati Uniti e la Francia. Tali spostamenti non furono però un problema per Spielberg, che riuscì a completare le riprese in soli 56 giorni.

Arrivato infine in sala, il film si affermò come un grandissimo successo, incassando ben 352 milioni di dollari a livello globale a fronte di un budget di soli 52. La presenza di grandi nomi nel cast ha certamente contribuito a raggiungere tale risultato, e ancora oggi il film è ricordato come uno dei migliori realizzati da Spielberg negli ultimi anni. Tale successo di pubblico e critica portò poi Prova a prendermi ad ottenere anche due nomination al premio Oscar, rispettivamente per la miglior colonna sonora e per il miglior attore non protagonista. Proseguendo qui nella lettura sarà poi possibile scoprire diverse altre curiosità legate al titolo, dal suo cast alla vera storia dietro il film.

Prova a prendermi: la trama del film

Protagonista della storia è il sedicenne Frank Abagnale Jr, il quale nella New York degli anni Sessanta si ritrova a dover scegliere con quale dei due genitori vuole vivere, avendo questi intenzione di divorziare. Piuttosto che dover prendere una decisione, però, il giovane preferisce fuggire e darsi alla macchia. Intraprendendo così una vita in totale indipendenza, Frank sviluppa un grande talento come truffatore, arrivando a fingersi prima pilota di aerei, poi medico e avvocato. Così facendo egli riesce a guadagnare una fortuna e vivere una vita all’insegna di sfrenati piaceri. La sua attività non passa però di certo inosservata e sulle sue tracce si pone l’agente dell’FBI Carl Hanratty, il quale intraprende così una frenetica caccia all’uomo. A sfavorirlo, però, vi è il fatto che nessuno sembra sapere quale sia la vera identità del truffatore, dato che egli cambia continuamente il proprio nome e il proprio passato. Anche i migliori prima o poi però sbagliano, e sarà proprio lì che Hanratty intende colpire Abagnale.

Prova a prendermi: il cast del film

Per i principali personaggi del film Spielberg, prima come produttore e poi come regista, considerò diversi celebri attori di Hollywood. Il ruolo del protagonista Frank Abagnale Jr., però, fu da subito assegnato a Leonardo DiCaprio. Prima di vedere la sua interpretazione nel film finito, il vero Abagnale non considerava però l’attore come la giusta scelta, salvo poi doversi ricredere. Proprio parlando con questi, DiCaprio ebbe modo di conoscere ulteriormente la sua storia, potendo così fornire un’interpretazione ancor più fedele del vero Abagnale. Ad opporsi a lui, nel ruolo di Carl Hanratty, vi è invece il premio Oscar Tom Hanks.

Inizialmente, Spielberg aveva timore a chiedere al celebre attore di ricoprire un ruolo che non era quello del protagonista, temendo un rifiuto. Hanks, invece, da attore intelligente quale è, affermò che non esistono ruoli grandi o piccoli, e fu lieto di interpretare il personaggio, considerandolo estremamente affascinante.Nel film si ritrovano poi altri celebri attori, molti dei quali ebbero proprio grazie a Prova a prendermi il loro trampolino di lancio. La prima tra questi è certamente Amy Adams. Oggi considerata tra le migliori interpreti della sua generazione, al momento di prendere parte al film la Adams aveva all’attivo solo pochi ruoli.

Spielberg rimase però colpito dalla sua grinta, e le affidò il ruolo di Brenda Strong, una delle amanti di Abagnale. Le attrici Jennifer Garner, Ellen Pompeo ed Elizabeth Banks compaiono brevemente nei ruoli di Cheryl Ann, Marci e Lucy, ragazze in cui si imbatte il protagonista durante la sua attività. Martin Sheen è l’avvocato Roger Strong, mentre Nathalie Baye è Paula Abagnale, la madre di Frank. Importantissimo è il ruolo ricoperto dall’attore Christopher Walken, che dà vita a Frank Abagnale Sr., ruolo per il quale è stato candidato all’Oscar.

Prova a prendermi cast

Prova a prendermi: la vera storia dietro il film

L’incredibile storia di Frank Abagnale Jr. ha inizio nel 1964, quando in seguito al divorzio dei genitori decise di scappare pur di non dover vivere con solo uno dei due. Dato il suo aspetto maturo, che lo faceva sembrare più grande di quanto in realtà non fosse, egli iniziò la propria attività di truffatore emettendo una serie di assegni personali scoperti, e in seguito con altri trucchi ai danni delle banche riuscì ottenere un bottino di circa quarantamila dollari. Nel momento in cui la truffa divenne evidente, egli cambiò identità e luogo di attività. Assunse infatti il nome di Frank Williams, e contraffacendo una licenza da pilota si spacciò come tale per la compagnia Pan Am.

Si stima che in tali vesti abbia preso parte ad oltre 250 voli in 26 paesi diversi. Durante tale periodo ebbe a disposizione soggiorni totalmente gratuiti. In seguito, egli ricopri diverse altre false identità. Sotto il nome di Frank Adams falsificò una laurea alla Columbia University ed ebbe modo di insegnare per un semestre sociologia alla Brigham Young University. Come Frank Conners egli impersono per undici mesi un pediatra presso un ospedale della Georgia. Lasciò tale ruolo dopo aver quasi rischiato di far morire un bambino a causa della sua inesperienza in materia. Infine, come Robert Black, egli riuscì a falsificare una laurea in legge, passando poi l’esame per professare in Louisana.

A 19 anni egli si ritrovò così a lavorare nell’ufficio legale più importante dello stato. Nel 1969, tuttavia, egli viene riconosciuto e arrestato. Dopo lunghi processi, egli viene estradato negli Stati Uniti. Riuscirà a fuggire in due occasioni, salvo essere poi nuovamente catturato. Condannato a 12 anni di carcere, egli ne scontò in realtà molti meno qualora avesse aiutato l’FBI a indagare su una serie di truffatori. Abagnale accettò, costruendosi così una carriera a favore della legalità. Nella vicenda di Abagnale, la figura di Carl Hanratty è in realtà l’insieme di diversi agenti dell’FBI che indagarono sul suo caso. La principale fonte di ispirazione fu però Joseph Shea.

Prova a prendermi: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Per gli appassionati del film è possibile fruire di questo grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Prova a prendermi è infatti disponibile nel catalogo di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Infinity, Apple iTunes, Netflix, Amazon Prime Video e Tim Vision. Per vederlo, basterà sottoscrivere un abbonamento generale o noleggiare il singolo film. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si ha soltanto un determinato periodo di tempo entro cui vedere il titolo. Il film sarà inoltre trasmesso in televisione il giorno mercoledì 25 novembre alle ore 21:00 sul canale Iris.

Fonte: IMDb, HistoryvsHollywood