Arriva al cinema il film Edge of Tomorrow, il nuovo sci-fi con protagonisti Tom Cruise, diretto da  Doug Liman  e targato Warner Bros. Protagonista femminile è invece la splendida Emily Blunt che ci racconta il film e la sua esperienza.

 

LEGGI ANCHE: Edge of Tomorrow recensione del film con Tom Cruise

Il tuo è un ruolo difficile, come ti sei sentita ad interpretarlo? 

Ero davvero entusiasta di interpretare una persona così dura, cattiva e fisicamente pericolosa come Rita. Ma quando ho letto la sceneggiatura, che mescola una storia nuova con delle intense sequenze d’azione, ho colto degli spunti molto divertenti, oltre all’incredibile determinazione e la perseveranza dello spirito umano. 

Ma Rita è una tosta, lei usa Cage (Tom Cruise), essendo l’unico in grado di resettare il giorno, e lo considera un’ arma preziosa. Passando attraverso le esperienze che accumula durante le lotte, può affinare le tattiche e migliorarsi di volta in volta, sperando di sopravvivere alle battaglie fino a vincere definitivamente la guerra. 

Anche se poi il loro rapporto cambia..

Si, incontra Cage sempre per la prima volta, dando vita ad un personaggio le cui interazioni con l’ altro si svolgevano in un ambiente che era essenzialmente lo stesso, per più e più volte, favorendo un’evoluzione del loro rapporto. Come fa a cambiare il suo atteggiamento verso di lui, come fa ad accrescere la loro confidenza se non lo ricorda? E’ stato difficile per me da interpretare, per trovare la giusta dose di intimità. 

LEGGI ANCHE: Edge of Tomorrow: foto della premiere a New York con Tom Cruise e Emily Blunt

Com’è stato lavorare con un regista come Liman?

E’ stato esaltante lavorare con Doug, non ho mai saputo cosa mi avrebbe riservato o quale scena avrebbe voluto provare successivamente, e ciò mi ha reso possibile conoscere le diverse sfaccettature di Rita. Non ha mai ricercato la perfezione; anzi c’è una confusione ed un’ umanità che gli hanno permesso di immortalare momenti di spontaneità, e credo che al pubblico arrivi questa sensazione di naturalezza. 

.. e Tom, invece? 

Non ho mai incontrato nessuno che si impegnasse così tanto per rendere il film il migliore possibile. Tom si sforzava continuamente di dare il massimo per ottenere il meglio in ogni momento, ogni scena, ogni giorno. Ha interpretato Cage in un modo affatto lamentoso o noioso, anche se inizialmente poteva sembrare un personaggio inutile ed inetto; ma ci ha provato. Penso che ciò lo renda ancor più interessante. 

edge-of-tomorrow-emily-bluntIl ruolo di Rita è anche molto fisico, come ci si prepara a tutta quell’azione? 

[Ride] .. Puoi allenarti quanto vuoi, correre per chilometri, e non si è mai preparati. Ti ci devi abituare. Ed è dura. Lo stile di lotta di Rita è molto in elevazione, scivola sotto i tentacoli alieni, salta sopra di essi, si lancia su di loro, e li affetta mentre è in aria. Volevamo che sembrasse intenso, ma che trasmettesse anche bellezza. La sfida è stata eseguire le coreografie e rendere l’abilità con cui lei combatte. 

Edge of Tomorrow Senza Domani è basato sull’acclamato romanzo All You Need Is Kill di Hiroshi Sakurazaka. Nel cast del film diretto dal regista Doug Liman, anche Bill Paxton, Kick Gurry, Dragomir Mrsic, Charlotte Riley, Jonas Armstrong e Franz Drameh.

Una razza aliena, i Mimics, ha colpito la Terra, devastando le città e uccidendo milioni di esseri umani. L’unico modo per resistere alla brutalità dell’offensiva aliena è quello di unire le forze e tentare l’impossibile. Il tenente Bill Cage (Tom Cruise), ucciso in pochi minuti, si risveglia finendo però in un loop temporale, che lo condanna a vivere lo stesso giorno e lo stesso combattimento all’infinito… Aiutato dall’agente delle forze speciali Rita Vrataski (Emily Blunt), cercheranno insieme di annientare gli invasori e salvare la Terra.

Il regista Doug Liman è noto per aver diretto i primi due episodi del franchise The Bourne Identity, oltre ad essere il regista del film del 2008 Jumper, e di Fair Game – Caccia alla spia del 2010. Ha anche diretto l’episodio pilota di The O.C.