Now You See Me - I maghi del crimine

Arriva anche Italia l’atteso film Now You See Me – I maghi del crimine, pellicola incentrata su un gruppo di prestigiatori diretta da Louis Leterrier, già regista di Hulk con Edward Norton e il primo Scontro tra titani. La storia racconta di una squadra dell’FBI che segue le tracce di un super-team formato dai più grandi illusionisti del mondo, i quali mettono a segno una serie di rapine in banca nel corso delle proprie esibizioni.

Now You See Me – I maghi del crimine è un film che per peculiarità e struttura si presenta come un’opera pensata per divertire il pubblico (senza particolari pretese) con l’unico imperativo di intrattenere lo spettatore a suon di magie e giochi di prestigio, e in gran parte ci riesce. Louis Leterrier, abile regista al servizio dell’industria, dispiega sapientemente una costruzione registica equilibrata e senza particolari sbavature, che fa del ritmo incalzante la sua colonna portante.

Nell’intento il regista è aiutato anche da un cast davvero eccellente che riesce a conferire spessore anche a personaggi apparentemente poco caratterizzati. Perfetta è la prova del quartetto di maghi (Jesse Eisenberg, Isla Ficher, Dave Franco e Woody Harrelson), a proprio agio nei panni di prestigiatori truffaldini, con particolare menzione a Woody Harrelson, sempre spassoso e abile nell’orchestrare i suoi personaggi al limite del ridicolo. Ma la vera chicca è il cast di comprimari, solo apparentemente secondari perché parliamo di attori del calibro di Michael Caine e Morgan Freeman.

L’unica pecca di questo film va forse cercata nell’impianto narrativo che in tutta la prima parte si prende  troppo sul serio, inscenando numeri di prestigio straordinari ma che ruotano sempre nella sfera del credibile; il castello di carta crolla quando, per la necessità di chiudersi in un cerchio perfetto, la vicenda completamente ingarbugliata sfocia in accadimenti oltre il limite del credibile, e che inesorabilmente rompono il tacito patto con lo spettatore.

Per parafrasare un altro film sul prestigio (che al contrario si muove alla perfezione nel suo inattaccabile impianto narrativo) a Now You See Me – I maghi del crimine manca l’ultimo atto di un trucco di magia, il prestigio che per presunzione in questo film risulta essere del tutto incredibile. A tutto ciò si aggiunge un colpo di scena finale ridotto ad un mero pretesto per chiudere una storia, che per sfumature e tematiche sarebbe stata certamente più interessante con un punto di vista più oculato e ambizioso.

Now You See Me - I maghi del crimine