edward norton

Edward Norton è uno di quegli attori di Hollywood che non ama molto far parlare di sè, se non quando si tratta di dare rilevanza a delle campagne umanitarie. L’attore, infatti, è coinvolto, sia come fondatore, che come membro, di diverse azioni e associazioni umanitarie e ambientali.

Talento pazzesco, viso particolare e capelli biondissimi sono caratteristiche che hanno sempre contraddistinto l’attore americano, protagonista sia si film storici e di magia, ma anche di cinecomic.

Cosa non sapete su Edward Norton? Ecco dieci curiosità su di lui.

Edward Norton: film

edward norton

1. Edward Norton: i film e la carriera. L’attore americano ha debuttato nel 1996 nel film Schegge di paura e la sua interpretazione lo porta ad essere nominato al Premio Oscar come Miglior Attore non Protagonista. Nello stesso anno partecipa a Larry Flynt – Oltre lo scandalo e in Tutti dicono I Love You di Woody Allen, mentre gli anni successivi lavora in American History X (1998), Fight Club (1999), Frida (2002), La 25ª ora (2002) e The Italian Job (2003). Negli anni a venire ha recitato in molti film di successo, come Il velo dipinto (2006), The Illusionist – L’illusionista (2006), L’incredibile Hulk (2008), Fratelli in erba (2009), Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore (2012), The Bourne Legacy (2012), The Grand Budapest Hotel (2014), Birdman (2014) e Collateral Beauty (2016). Nel 2018 ha prestato la propria voce per L’isola dei cani di Wes Anderson, mentre lo si vedrà il prossimo anno al cinema in Motherless Brooklyn.

2. Edward Norton non è solo attore, ma anche regista, sceneggiatore e produttore. La sua carriera, nel mondo del cinema, non si è basata solo a livello attoriale: Norton, infatti, ha diretto, nel 2000, il film Tentazioni d’amore, recitando insieme al suo amico Ben Stiller. Inoltre, oltre a produrre il suo film di debutto alla regia, ha prodotto anche La 25ª ora (2002), Down in the Valley (2005), Il velo dipinto (2006), Fratelli in erba (2009) e Tentazioni (ir)resistibili (2012) e si è cimentato come sceneggiatore, partecipando alla stesura della sceneggiatura de L’incredibile Hulk (2008), pur non risultandone accreditato.

Edward Norton filmografia

edward norton

3. Edward Norton è stato un illusionista. Nel 2006 ha lavorato nel film The Illusionist – L’illusionista, diretto da Neil Burger, interpretando il protagonista Eisenheim. Per poter dare un’interpretazione di alto livello, Norton ha seguito un vero e proprio corso per diventare un illusionista, imparando a fare gli spettacoli teatrali di magia.

4. Edward Norton ha diretto un film. Nel 2000, Norton ha aggiunto un film nella sua filmografia, debuttando nelle vesti di regista, ovvero Tentazioni d’amore. Dedicato alla madre di Norton, morta un paio di anni prima, racconta la storia di tre amici d’infanzia, Jake, Anna e Brian, che si ritrovano dopo essersi persi di vista per anni.

Edward Norton: altezza

5. Edward Norton non è proprio un piccoletto. Nel mondo di Hollywood gli attori piacciono molto alti e Edward Norton rientra perfettamente nei canoni. Infatti, con la sua altezza di 183 cm Norton svetta sopra i suoi colleghi.

6. Edward Norton è sostenitore di azioni umanitarie. Nel corso della sua vita, Norton si è dimostrato all’altezza, in grado di sostenere diversi azioni umanitarie, grazie al ruolo privilegiato. Ha dato vita al programma Solar Neighbors, ha partecipato a programmi sul riscaldamento globale, occupandosi delle famiglie povere di grandi città, come Los Angeles, o preservando i territori del Kenya. Grazie al suo impegno, è stato nominato ambasciatore dell’ONU.

Edward Norton: Fight Club

edward norton

7. Edward Norton è stato ubriaco in Fight Club. Nel 1999 Edward Norton ha preso parte al film Fight Club, diretto da David Fincher e basato sull’omonimo romanzo di Chuck Palaniuk. In questo film, che parla del consumismo e dell’uomo moderno che non ha alcun tipo di interesse personale verso il prossimo, Norton e Brad Pitt compaiono in una scena in cui, ubriachi, giocano a golf: i due, nello svolgerla, erano veramente ubriachi, dando una nota più realistica ai loro personaggi. Per il ruolo di narratore, Norton venne pagato 2,5 milioni di dollari, in totale disparità con Brad Pitt che ne incassò ben 17,5.

8. Edward Norton è stato scelto da Fincher. Per il suo ruolo in Fight Club, Norton venne scelto personalmente dal regista David Fincher. Il regista, infatti, era rimasto molto colpito dall’interpretazione dell’attore in Larry Flynt – Oltre lo scandalo (1996), l’unico film con Norton che avesse visto fino ad allora.

Edward Norton: Hulk

9. Edward Norton venne scelto a Mark Ruffalo per il ruolo di Hulk. Nel 2008, la Marvel commissionò la realizzazione di un sequel dell’Hulk, ovvero L’incredibile Hulk, realizzato a Ang Lee qualche anno prima. Tuttavia si decise di farne un reboot e Norton, uno degli sceneggiatori, apprezzò l’idea. Inizialmente, però, lui è stato preferito a Mark Ruffalo per il ruolo di Bruce Banner: infatti, il regista, Louis Leterrier, avrebbe preferito Ruffalo come protagonista, mentre la Marvel spingeva più per Norton. Il resto ha fatto la storia: dopo questo film, è diventato Ruffalo il volto di Hulk, sostituendo Norton da The Avengers (2012) in poi. In questo film, viene rivista l’origine di Hulk: Norton interpreta Bruce Banner che si sottopone di propria volontà ai raggi gamma.

Edward Norton: American History X

10. Edward Norton e la candidatura all’Oscar per American History X. Nel 1998 Edward Norton è apparso al cinema, nelle vesti del protagonista, nel film American History X. Diretto da Tony Kaye, il film racconta del dilagare della tensione sociale e del fenomeno del razzismo negli Stati Uniti, risultando, ad oggi, più attuale che mai. Grazie alla sua intensa interpretazione, Norton ha ottenuto la sua seconda nomination agli Oscar, dopo Schegge di paura, come Miglior Attore Protagonista. Norton ha creduto molto nella realizzazione di questo film, facendo il possibile per entrare nei panni del personaggio e darne una versione realistica, come rasarsi i capelli e guadagnare circa 13 chili di muscoli. Inoltre, per aggiudicarsi il ruolo di Derek Vinyard, ha rinunciato a partecipare a Salvate il soldato Ryan.

Fonti: IMDb, biography, thefamouspeople