Romeo e GiuliettaRomeo e Giulietta è uno spettacolo teatrale diretto dal talentuoso David Leveaux (candidato a cinque Tony Awards) per la scena di Broadway. Il resoconto filmico che viene proposto dalla Broadway Hd non è un musical come recitano a scopo smaccatamente pubblicitario le locandine. Il testo del Bardo è quasi interamente rispettato. La messa in scena è scarna ma efficace dal momento che sono le parole, come all’origine del teatro elisabettiano, a dover guidare l’immaginazione dello spettatore per le strade e le piazze della Verona rinascimentale. Sullo sfondo un pannello mobile che a prima vista sembra una parete urbana infestata da pessimi graffiti. Quando la macchina da presa si allontana si può notare che in realtà si tratta di un affresco quattrocentesco. In questo modo viene stabilito scenicamente un raccordo tra l’ambientazione moderna e l’ambientazione originaria dell’opera.

La scena viene inoltre resa dinamica da carrucole, piani che slittano e l’uso scenico del fuoco. Nonostante tutte queste trovate però, la visione cinematografica di uno spettacolo teatrale di questo genere con dialoghi molto lunghi e complessi si presenta abbastanza difficile da seguire senza soccombere alla spossatezza. La divisione etnica delle due famiglie rivali è un espediente fin troppo banale dal momento che molto spesso, al cinema ed a teatro, Romeo e Giulietta è stato rivisitato proprio in questa chiave (si pensi a successi immortali come West Side Story). Gli attori tra cui spicca il bel Orlando Bloom nel ruolo di Romeo e la brava Condola Rashad nel ruolo di Giulietta, ce la mettono tutta per rinverdire questi due personaggi. La Rashad soprattutto ci regala una Giulietta che, allontanandosi dal cliché romantico, entra in una dimensione in alcuni momenti quasi comica. I due danno del loro meglio nella scena del balcone donandole un’atmosfera da commedia romantica. Non Shakespeare, non il regista, non il resto del cast ma è Orlando Bloom comunque, l’attrazione della serata e viene acclamato dal pubblico (per la maggior parte femminile) al solo entrare in scena (su di una moto, molto in stile Gioventù Bruciata). Questo lo penalizza come attore perché svia l’attenzione dalla sua performance inferiore a quella della sua partner femminile ma comunque di alto livello e molto appassionata.

Lo spettacolo arriverà al cinema solo per il 28, 29 e 30 luglio distribuito da Microcinema.