Michael Shannon intervistato da  Complex ha parlato della sua preparazione al ruolo del Generale Zod in Man of Steel, il nuovo film di Superman che Zack Snyder sta girando in questi giorni.

 

Ti sei immerso nei fumetti di Superman?
Assolutamente sì. Prima che iniziassero le riprese, ne ho parlato con Henry Cavill, che interpreta Superman, e lui mi ha svelato che c’è una applicazione che ti permette di scaricare l’intera serie di Superman.

C’è qualcosa di particolare che hai fatto per entrare nella mente di Zod e decidere quale approccio avere con questo personaggio?
Per me è sempre questione di sceneggiatura, trovo la maggior parte degli indizi e delle indicazioni per i personaggi nella sceneggiatura, in particolare se la sceneggiatura è forte. Poi devi solo utilizzare la tua immaginazione e cercare di capire le persone e provare quello che provano loro. Quando si interpreta qualcuno come Zod, non c’è molta ricerca da fare. Non è come andare dentro all’auto di un poliziotto assieme a lui, o lavorare in un bar, per provare cosa significa quel lavoro. Non c’è niente di simile a Zod, quindi è tutta questione di immaginazione. Ho pensato che il fatto che sia un generale possa essere un aspetto da esplorare, magari guardando altri generali, perché hanno tutti pressioni non comuni sulle spalle, e un modo di essere molto particolare. Così ho guardato ai generali dell’esercito che conosciamo, come il Generale Petraeus: ho guardato le loro interviste e ho cercato di catturare la loro natura.

Vi ricordiamo che il film è prodotto da Christopher Nolan e Emma Thomas. Nel cast del film, oltre a Henry Cavill, anche Amy Adams, Diane Lane, Kevin Costner, Michael Shannon, Antje Traue, Russell Crowe, Julia Ormond, Christopher Meloni, Harry Lennix e Laurence Fishburne. Il film uscirà il 14 giugno 2013.