logan

Logan potrebbe essere l’ultimo film di supereroi Marvel con un Rating R (senza contare The New Mutants). Dopo l’acquisizione della Fox da parte della Disney, ci si aspetta un nuovo panorama cinematografico supereroistico che potrebbe vedere anche gli X-Men al fianco dei Vendicatori, con il risultato di una omologazione di look e toni dei personaggi e delle storie.

 
 

In merito a questo si è pronunciato James Mangold, regista di Logan, che ha parlato di recente di merchandising e di action figures come principale introito di un film che appartiene al genere cinecomics; un mercato in crescita che con un film Rating R non trova spazio (leggi qui).

X-Men: il regista di Logan preoccupato dall’accordo tra Disney e Fox

In merito a questa sua dichiarazione, via Twitter, Mangold ha offerto un chiarimento sulla sua posizione, spiegando: “Non sono minimamente preoccupato per il futuro dei film sugli X-Men. Ci sono moltissime persone di talento che lavoreranno a queste cose. Io sono preoccupato in merito alla futura scarsità di film che non sono basati su adattamenti di fumetti e relativi sequel. Sono preoccupato per la crescente scarsità di film cinematografici originali.”

La preoccupazione di Mangold è legittima e senz’altro espone un punto di vista condiviso da molti. I film originali stanno diminuendo in maniera pericolosa e l’idea sembra essere quella di continuare con sequel e reboot, fino a che il mercato non sarà saturo e il pubblico tornerà a chiedere storie originali.

Inoltre la riflessione di Mangold si può estendere anche ad altri studi, non solo alla Disney, dal momento che i franchise sono distribuiti (magari non equamente) in tutto il panorama produttivo statunitense.