Captain Marvel: il significato nascosto del cameo di Stan Lee

12558

Il cameo di Stan Lee in Captain Marvel è particolarmente emozionante. Si tratta infatti del primo cameo del Sorridente dopo la sua dipartita, avvenuta lo scorso novembre. Sappiamo che negli ultimi anni, Lee girava più cameo contemporaneamente, per i film Marvel in produzione, ed è quindi plausibile che avesse girato questo cameo insieme a quelli di Endgame e di Spider-Man: Far From Home prima di morire.

2Il segreto del cameo di Stan Lee

Quello che però non tutti hanno notato è il vero significato del cameo di Lee in Captain Marvel. Nella prima parte del film, vediamo Carol Danvers, che si crede ancora Vers la guerriera Kree, inseguire uno Skrull sulla metropolitana in corsa.

Tra un vagone e l’altro, Carol incrocia un vecchietto che legge, scosta le pagine dal dorso rosso e scopre, alla sua vista e alla nostra, il sorriso di Lee. L’occhio attento avrà notato la scritta sulle pagine che Stan sta leggendo, si tratta di un copione cinematografico, nello specifico quello di Mallrats, uscito da noi con il titolo di Generazione X.

Si tratta del secondo film da regista di Kevin Smith, in cui Lee fa un lungo cameo insieme a Jason Lee, che nel film interpreta Brodie. A questo va anche ricordato che Generazione X è un film del 1995, anno in cui è ambientato Captain Marvel.

Alla luce di tutte queste informazioni, possiamo affermare, con un giusto grado di certezza, che nel film con Brie Larson non solo Lee fa un cameo (apparentemente molto semplice), ma che in quel cameo Stan Lee interpreta se stesso, il se stesso del 1995 che studiava il copione di Smith per partecipare al film e girare il lungo cameo, che potete vedere di seguito!

Indietro