Glass

ATTENZIONE: l’articolo contiene spoiler su GLASS

 
 

Intervistato da EW in occasione dell’uscita di Glass, M. Night Shyamalan ha discusso di vari aspetti del film tra cui il finale, che come nella migliore tradizione del regista sconvolgerà lo spettatore con un plot twist inaspettato.

Queste le sue parole in merito: “Ho sempre pensato alla trilogia come se fosse un’opera, fin da quando iniziai a lavorare su Unbreakable. Pensavo che il finale, con tutte queste persone che urlavano e tutti questi tipi di implicazioni, definisse così il film. Inoltre sono un grande fan di Qualcuno volò sul nido del cuculo, e all’epoca quando lo vidi rimasi affascinato dal formato che quasi mi sconvolse. L’idea che il viaggio del personaggio principale venga realizzato da un altro personaggio è un’idea molto potente che ho voluto mettere in scena con Glass.”

Glass – la recensione

CORRELATI

Interpretato da Samuel L. Jackson, James McAvoy, Bruce Willis e dall’attrice vincitrice del Golden Globe Sarah Paulson, Glass porta avanti le vicende narrate in Unbreakable – Il Predestinato (2000) e Split (2016), entrambi scritti e diretti dallo stesso Shyamalan. Glass vede David Dunn all’inseguimento dell’identità sovrumana di Kevin Wendell Crumb, ovvero la Bestia, in un susseguirsi di incontri sempre più pericolosi. Elijah Price, noto anche con lo pseudonimo de “l’Uomo di Vetro”, emergerà dall’ombra in possesso di segreti decisivi per entrambi gli uomini.

Si uniscono al cast anche Spencer Treat Clark (Unbreakable – Il Predestinato) e da Charlayne Woodard (Unbreakable – Il Predestinato), che interpretano nuovamente il figlio di Dunn e la madre di Price.

Fonte: EW