spider-man

Ogni Spider-Man cinematografico è una diversa interpretazione del personaggio, il che rende ben diverse le tre varianti finora trasportate sul grande schermo. La versione di Tom Holland ricevette ad esempio critiche per il suo essere particolarmente giovane, dando di conseguenza un tocco “teen” ai film a lui dedicati. Tuttavia Holland è convinto che il suo Spidey sia più interessante dei precedenti, e in particolare di quello di Tobey Maguire, che ricopriva il ruolo nella trilogia di Sam Raimi.

 
 

Chiamato a rispondere alla domanda di un fan sul perché il suo Spider-Man apparisse più ingenuo di quello di Maguire, l’attore ha così risposto: “Perché questo mi rende più interessante. Credo che ci sia più possibilità di crescita se parti da zero. Ma se invece se già dall’inizio sei un pezzo grosso, non c’è molta strada in più da poter fare.”

Benché l’affermazione sembri discutibile, è necessario specificare che Holland non ritiene meno interessante la versione di Maguire, di cui è invece un fan, ma parla da un punto di vista riguardante l’arco narrativo del personaggio, e il suo Spider-Man sembra poter avere una maggiore possibilità di crescita.

Sarebbe infatti interessante poter assistere alla formazione del supereroe, che da giovane e inesperto diventa un uomo sicuro di sé e delle proprie capacità, magari passando infine il testimone ad un nuovo giovane supereroe. Proprio come il suo mentore Tony Stark ha fatto con lui. Con Tom Holland intenzionato a tenersi stretto il personaggio, questa possibilità è molto probabile che diventi concreta.

Fonte: We Got This Covered