Star Wars: L'Ascesa di Skywalker

ATTENZIONE, L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU STAR WARS: L’ASCESA DI SKYWALKER

Lo sceneggiatore Chris Terrio ha affrontato direttamente la questione dell’omissione dei fantasmi di Forza di Ben Solo e di Anakin Skywalker nella scena finale di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker.

 
 

Anche la trilogia originale vedeva protagonisti, nel finale, i fantasmi di Forza. Dopo aver salvato la galassia, redento il padre e sconfitto l’Imperatore, Luke festeggia su Endor, insieme ai suoi alleati, alla sua famiglia. Di fronte a lui, in segno di omaggio, compaiono ad un certo punto i fantasmi di Forza di Obi-Wan, Anakin (Darth Vader) e Yoda, i Jedi che lo hanno influenzato.

Il finale de L’Ascesa di Skywalker termina in modo simile, ma con le dovute differenze: dopo aver sconfitto suo nonno, l’imperatore Palpatine, ed essere stata rianimato da un redento Ben Solo (Kylo Ren), Rey si reca nella fattoria dei Lars su Tatooine per seppellire le spade laser di Luke e Leia. Prima di considerarsi una Skywalker adottiva, Rey guarda nel deserto dove vede i fantasmi della Forza di Luke e Leia che le sorridono, anche in questo caso i Jedi che l’hanno influenzata.

Dato che la battaglia di Rey con l’Imperatore si conclude con il suo diventare l’incarnazione di tutti gli Jedi che sono venuti prima, molti fan si sono chiesti perché non le siano apparsi più fantasmi della Forza. Rendere omaggio ad alcune delle voci ascoltate su Exegol avrebbe avuto senso considerando che la storia è la fine di una saga.

Il fantasma della Forza di Anakin, per esempio, sarebbe stata una bella sorpresa! In un’intervista con THR, Chris Terrio, sceneggiatore del film, ha discusso di come lui e il regista J.J. Abrams hanno discusso all’infinito sul fatto che alla fine sarebbero comparsi solo i fantasmi di Luke e Leia.

“Vederli tutti alla fine sarebbe una bella cosa, ma abbiamo pensato che per Rey vedere i suoi due maestri, due Skywalker, fosse più forte. Rey è stata nella posizione unica di essere stata addestrata da due Skywalker, e questo si vede nel momento in cui lei distrugge l’Imperatore. In quel momento sono Luke Leia e lei che combattono, perché lei ha in mano le loro spade.”

Per cui, sarebbe certo stato bello vedere tutti gli Skywalker al completo alla fine del film, ma non era sensato per il viaggio della vera protagonista, Rey Skywalker (non per nascita e sangue ma per scelta).

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, leggi la recensione

Lucasfilm e il regista J.J. Abrams uniscono ancora una volta le forze per condurre gli spettatori in un epico viaggio verso una galassia lontana lontana con Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, l’avvincente conclusione dell’iconica saga degli Skywalker, in cui nasceranno nuove leggende e avrà luogo la battaglia finale per la libertà.

Il cast del film comprende Carrie Fisher, Mark Hamill, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Anthony Daniels, Naomi Ackie, Domhnall Gleeson, Richard E. Grant, Lupita Nyong’o, Keri Russell, Joonas Suotamo, Kelly Marie Tran, con Ian McDiarmid e Billy Dee Williams.

Diretto da J.J. Abrams e prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan, Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è scritto da J.J. Abrams e Chris Terrio, mentre Callum Greene, Tommy Gormley e Jason McGatlin sono i produttori esecutivi.