Alita: Battle Angel Alita: l'angelo della Battaglia

È da tempo che i fan chiedono a gran voce un sequel di Alita: Angelo della Battaglia, il film di Robert Rodriguez, adattamento live action dell’omonimo manga di Yukito Kishiro del 1990, uscito nelle sale nel 2019, dopo una sviluppo particolarmente travagliato.

Distribuito dalla Fox prima dell’acquisizione da parte della Disney, Alita è costato circa 170 milioni di dollari e ha incassato poco più di 400 milioni al box office mondiale: tali cifre, seppur lontane dal permettere di definire Alita un flop, non sono di certo sufficienti a giustificare per uno studio la realizzazione di un eventuale nuovo capitolo.

Nonostante gli incassi non così incoraggianti, il film ha comunque spinto un nutrito gruppo di fan a far sentire la propria voce e a spingere affinché venisse realizzato un sequel. Ora che la Fox è stata acquistata dalla Disney, il futuro di Alita: Angelo della Battaglia è tutto nelle mani della Casa di Topolino.

Ora, in una recente intervista con Forbes in occasione della promozione di We Can Be Heroes(disponibile su Netflix dallo scorso 25 dicembre), è stato proprio Robert Rodriguez a parlare del futuro di Alita. Il regista sembra non aver perso le speranze in merito alla realizzazione di un nuovo film, spiegando che le possibilità offerte oggi dall’industria dello streaming potrebbero forse garantire ad un sequel di Alita di vedere la luce.

“Credo che tutto sia possibile. La Disney ha comprato la Fox, hanno Disney+, quindi ritengo che una discussione in merito abbia decisamente senso. So che anche altre persone vorrebbero vederne un altro e io amerei girarne un altro. Circa la storia o il motivo per cui dovrebbe essere concepito, penso che lo streaming abbia aperto nuove opportunità in materia di film, soprattutto per quanto riguarda i sequel. Alita è un concept già pre-venduto, c’è già un pubblico che vuole vederlo. È una questione di consegnarlo a loro in una maniera di facile consumo. Non sarebbe una cattiva idea.”

Tutto quello che sappiamo su Alita

La protagonista di Alita: Angelo della Battaglia è interpretata da Rosa Salazar (The Divergent Series, Maze Runner). Nel cast figurano anche Christoph WaltzMahershala AliJennifer Connelly, Ed Skrein, Jackie Earle Haley, Lana Condor, Leonard Wu, e Jorge Lendeborg Jr. Il film è diretto da Robert Rodriguez (Sin City, Grindhouse Planet Terror, Machete) e prodotto da James Cameron.

Ambientato nel 2563 ad Iron City, Alita: Angelo della Battaglia è la storia del cyborg Alita (Rosa Salazar) ritrovato in una discarica di rottami caduti dalla città sospesa Zalem dal Dottor Dyson Ido (Christoph Waltz), che si occupa di riparare robot nella sua clinica. La maggior parte della popolazione mondiale vive a Iron City, dove si barcamena tra umili lavori e miseria. Una piccola parte invece risiede a Zalem, considerato da tutti una sorta di paradiso inarrivabile. Ido prende con sé ciò che rimane del cyborg e lo innesta in un corpo predisposto per sua figlia Alita.

La ragazza robot non ricorda nulla della sua vita precedente, ha solo memoria delle arti marziali che, di fatto, la porteranno a diventare una spietata cacciatrice dei criminali più pericolosi al mondo e una concorrente dei brutali tornei di Motorball, una sorta di giochi di gladiatori, unico passatempo della popolazione di Iron City. Si innamora dell’umano Hugo (Keean Johnson), il cui sogno è quello di raggiungere Zalem; ma dalla città sospesa, una minaccia incombe sulla ragazza…